Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Alpina La «sorellina minore» è un jolly polivalente - MontagnaOnline.com

Alpina La «sorellina minore» è un jolly polivalente

Category: Portfolio Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27 Hits: 605
Rate this article
 

La Superclass 1.2L VVT 12 V è il nuovo gioiello di motoslitta che l’azienda vicentina dei fratelli Umberto e Paolo Vedovato presenta per questa stagione dopo averla mostrata in anteprima all’Interalpin di Innsbruck per festeggiare il ventennale dell’attività. È un mezzo bi-cingolo da lavoro agile ed eclettico che va ad affiancarsi alle già titolate, collaudatissime e affermatissime «sorelle maggiori» della serie Sherpa

Sono tante e grosse le novità per la stagione 2017/18 proposte da Alpina, in primis il rientro in grande stile dello storico modello Superclass, macchina che vide per la prima volta la luce nel lontano 1996. 1.2L VVT 12V sono i riferimenti al nuovissimo propulsore a tre cilindri, 1200 cc, con 12 valvole a fasatura variabile idraulica, ovviamente catalizzato ed Euro-5, in perfetto stile Alpina. Questa bi-cingolo che va ad affiancare le «sorelle maggiori» della serie Sherpa (1.6L Ti-VCT 16V e 1.4L 8V EFI) è un puro mezzo da lavoro in connotazione «light» (e non solo nel peso), uno strumento polivalente adatto tanto ai lavori gravosi quanto ai viaggi veloci in totale comfort. Molte le novità: il motore catalizzato è indiscussamente il “Numero 1” sia dal punto di vista dell’efficienza e dei consumi, che delle prestazioni, con strabilianti valori di coppia e potenza anche ai bassi regimi. La trasmissione di nuova generazione, estremamente precisa negli innesti, rende questa macchina scattante, e silenziosa; le nuove sospensioni del cingolo ATSS-3 e quelle frontali a bracci indipendenti con ammortizzatori idraulici a gas offrono stabilità, maneggevolezza e precisione di guida in ogni condizione, anche a pieno carico. E ancora: scarico posteriore centrale, sistema di diagnosi elettronica motore gestibile da un comunissimo smart-phone, e tutte le predisposizioni per l’ampia gamma di attrezzature e di accessori che Alpina ha appositamente sviluppato per rendere efficace e sicuro il lavoro quotidiano. Le sue applicazioni ideali sono il trasporto di persone e di materiali, la battitura di piste (da fondo, slittino,  pedonali, sled-dog), il soccorso in pista e soprattutto il fuori pista grazie alle sue doti eccellenti di galleggiamento che superano di gran lunga qualsiasi altro mezzo cingolato da neve. 

Sherpa, la star professionale
con…tutto il necessario
Minimi invece i «ritocchi» alla collaudatissima serie Sherpa, indiscussa top-model del settore professionale in grado di offrire sia prestazioni di potenza e affidabilità che di maneggevolezza e il comfort nel massimo rispetto dell’ambiente. Anche questa serie è ovviamente predisposta per l’impiego di tutte le attrezzature intercambiabili appositamente studiate per far fronte ai più tipici impieghi del settore professionale, delle quali citiamo:
• l’apparato tracciapista F-250, destinato alla battitura e alla manutenzione delle piste per lo sci da fondo, che garantisce una qualità top del binario da tecnica classica ed estrema accuratezza nell’esecuzione della corsia da skating. Il tracciatore per la tecnica classica (singolo o doppio) è dotato di sollevamento elettrico con precarico a gas, traslatore laterale e dell’esclusivo sistema Vibra-Cut in grado di realizzare un binario preciso e compatto anche in presenza di nevi particolarmente crostose e ghiacciate. I comandi della F-250 vengono azionati dalla consolle installata a bordo della motoslitta e comunicano tramite il sistema ADCN (Alpina Digital Control Network). L’apparato tracciapista è disponibile anche nella versione D-series per la preparazione di piste di slittino, piste pedonali, snowpark, ciaspole, sled-dog e piste baby di sci alpino. 
• lbarella soccorso SRK: l’ apprezzato sistema per il soccorso in pista denominato Safe Rescue Kit prevede una barella autolivellante che si installa direttamente a bordo della motoslitta per il recupero di feriti lungo piste anche molto ripide. Il sistema, che elimina i classici limiti derivanti dall’utilizzo di rimorchi o toboga al traino, si installa e si rimuove in meno di 5 minuti, rendendo la macchina immediatamente disponibile per tutti gli altri utilizzi tipici.
• l rimorchio Transalp: indiscusso leader per le sue doti di stabilità, comfort e sicurezza grazie alle sospensioni ad assorbimento progressivo, nella versione «bus» è configurabile per il trasporto di 6 o 9 passeggeri (conversione resa possibile anche successivamente all’acquisto) con l’eventuale kit-parabrezza + hard-top e portasci posteriore. Altre configurazioni prevedono l’«allestimento disabili» con rampa posteriore ribaltabile, cinghie di fissaggio e copertura integrale per il trasporto di una carrozzina da disabili e fino a tre accompagnatori. Di notevole impatto l’allestimento Ski-School destinato alle scuole-sci, con la grafica personalizzabile secondo le richieste del cliente, mentre è di sicuro interesse per tutte le ski area e i rifugi la versione Base destinata al trasporto materiali.
Maggiori informazioni sulla gamma 2018 e su tutte le novità sono disponibili sul sito ufficiale all’indirizzo: www.alpina-snowmobiles.com

Tagged under: Motori Sulla Neve