Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Consulenze e soluzioni assicurative su misura per la «cyber security» - MontagnaOnline.com

Consulenze e soluzioni assicurative su misura per la «cyber security»

Category: Portfolio Created: Martedì, 06 Giugno 2017 07:14 Hits: 780
Rate this article
 
LEADER NELLA CONSULENZA,
PREVENZIONE E GESTIONE DEI RISCHI
Assiteca nasce nel 1982 per iniziativa di alcuni professionisti del settore assicurativo e oggi rappresenta la più grande realtà italiana nel mercato del brokeraggio assicurativo:
• 620 milioni di premi intermediati a giugno 2016, 551 dipendenti e collaboratori.
• Nel luglio 2015, prima società italiana di brokeraggio assicurativo, Assiteca si è quotata in Borsa Italiana – segmento AIM Italia.
• In Italia la presenza in 20 tra le maggiori città e la conoscenza delle particolarità territoriali garantiscono alle aziende Clienti la massima attenzione nel soddisfare ogni esigenza.
• In Spagna è presente con uffici diretti a Madrid e Barcellona.• Nel resto dell’Europa e nel mondo, in qualità di membro di EOS RISQ e Lockton Global, può contare su una presenza in oltre 100 Paesi, confermando tempestività nell'affrontare le nuove sfide di un mercato globale.
• Per rispondere alle richieste di un mercato in continua evoluzione, Assiteca ha costituito una serie di divisioni specializzate in particolari aree di rischio. Oltre alla Divisione Tecnica, che offre i migliori servizi di Risk Management e Business Continuity, le Divisioni Crediti Commerciali, Trasporti, Energie Rinnovabili, Rischi Edili e Grandi Opere, Cauzioni e Fidejussioni, Employee Benefits e Welfare, Affinity, Internazionale, Pubblica Amministrazione e Sanità.
Direzione Generale:  ASSITECA SPA Palazzo Assiteca - Via G. Sigieri, 14 – 20135 Milano
Tel. 02.54679.1 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.assiteca.it

Paolo Vairo Account Executive
e Responsabile Commerciale della filiale di Milano


Il più importante broker assicurativo italiano scende in pista nel mondo della neve con innovative e originali proposte da sottoporre all’attenzione delle società impiantistiche e di tutti gli operatori professionali del settore per garantire un’efficace tutela dai rischi sempre più incombenti indotti dall’evoluzione tecnologica necessaria per la moderna gestione dell’azienda. Accanto alle tradizionali formule di coperture che hanno recentemente trovato una prestigiosa applicazione nel contratto firmato con Funivie Campiglio S.p.A., la società fondata a Milano nel 1982, presente in tutta Italia e in 100 Paesi del mondo grazie alla partecipazione in importanti network internazionali, è in grado di proporre oggi nuove soluzioni integrate per fare prevenzione attraverso processi di valutazione e test di vulnerabilità dei sistemi informatici e, ove si presenti il danno, mitigarne l'impatto con specifiche coperture assicurative


Assiteca vuole entrare nel mondo della neve con maggiore impegno di quanto non abbia fatto nel recente passato, forte di quelle capacità e di quella professionalità che in trentacinque anni di storia ne hanno fatto una protagonista nel campo della consulenza assicurativa, certa soprattutto di poter proporre per prima importanti soluzioni innovative alle società impiantistiche e a tutti gli operatori professionali della montagna bianca su tematiche di sempre più stringente attualità come  la «cyber security». «Assiteca è il primo broker indipendente a capitale totalmente italiano -  precisa Paolo Vairo, 51 anni, Account Executive e Responsabile Commerciale della filiale di Milano - e deve i suoi successi alle modalità di analisi e di gestione dei rischi, propedeutiche allo sviluppo di programmi assicurativi che, facendo leva su una mirata politica di prevenzione, consentono di trasferire alle compagnie assicurative il solo rischio residuo con un sensibile contenimento dei costi». Vairo, «nato a Roma da padre genovese e madre napoletana», laureato in giurisprudenza («dopo il Liceo Classico dai Salesiani») alla Statale di Milano nel 1992, sposato con Nadia e padre di Edoardo (14 anni) e Alessandro (12), lavora in Assiteca dal 1994 e adesso, vista anche la sua passione per la montagna e per lo sci, è lui l’uomo destinato a pilotare il broker italiano nel segmento peculiare degli interessi e dei rischi che ruotano insieme alla giostra del turismo invernale in particolare e montano in generale. «Sulla neve non siamo proprio a digiuno di interventi – dice Vairo – In passato abbiamo già lavorato con importanti Società del settore e ad oggi vantiamo rapporti di collaborazione di grande successo e soddisfazione. Ora, il recente impegno assunto con Funivie Madonna di Campiglio, la fiducia che ci è stata concessa da una delle più importanti società impiantistiche italiane e la valutazione della compatibilità delle esigenze del settore con le nostre potenzialità operative ci hanno convinti a sviluppare la nostra presenza nel mondo della neve».  Assiteca ha stipulato con  la società di Madonna di Campiglio un contratto di consulenza assicurativa che contiene non solo i rischi tradizionali legati all’attività industriale, ma anche una polizza abbinata all’acquisto dello skipass a tutela dell’utenza ed erogata dalla più importante compagnia statunitense.

Sicurezze e tutele
contro i rischi informatici

Se il rapporto con Madonna di Campiglio («Abbiamo cominciato a lavorare con la Funivie Campiglio nel gennaio 2015 recependo le loro esigenze e nel giro di un mese abbiamo sottoposto la nostra proposta, che ha incrementato l’ampiezza delle coperture pur a fronte di un notevole contenimento della spesa assicurativa») è stato il primo passo importante per accreditarsi e qualificarsi in un mondo spesso fin troppo conservatore e difficile da penetrare, la consulenza sulla «cyber security» è la proposta nuova che Assiteca è in grado di fornire, accanto alle prestazioni assicurative tradizionali a tutela degli impianti e alla Responsabilità Civile della gestione degli stessi, per differenziare la propria offerta in un mondo dove la tecnologia informatica ha ormai una parte predominante nella gestione aziendale. «La sicurezza informatica è un tema sempre più attuale – dice Vairo –. Pensiamo alla miriade di dati che scorre ogni giorno, attraverso software sempre più sofisticati, nei computers delle società degli impianti, che regola gli accessi a funivie, seggiovie, cabinovie, che comanda in remoto attrezzature varie; e pensiamo a quali disastri può portare un guasto o addirittura qualche incursione del crimine informatico che sta prendendo piede nel mondo. In Italia la consapevolezza di questo rischio non è ancora radicata, si tende a sottovalutare l’argomento ma penso che tra breve ci sarà una rincorsa a tutelarsi su questo fronte, anche perché per il maggio 2018 è prevista la piena attuazione della direttiva europea sulla sicurezza informatica e sulla tutela della privacy che obbligherà tutte le imprese ad adeguare i propri sistemi e le proprie procedure. Noi di Assiteca siamo tra i primi a trattare questa tematica a partire dall’assessment organizzativo, legale e tecnologico fino alle tutele assicurative: le nostre proposte non si limiteranno alla vendita delle polizze, ma contribuiranno alla crescita di una cultura del rischio in questo settore con un’attività di consulenza approfondita e completa». Per realizzare questo progetto Assiteca ha infatti costituito una società «ad hoc» con importanti professionisti del settore. «La definizione delle soluzioni da adottare – dice Emanuele Elli, New Business Manager di Assiteca – sarà preceduta e accompagnata da una serie di interventi tesi a definire la dimensione del problema e le più adeguate soluzioni. Si partirà dalla definizione del perimetro di intervento in accordo con il cliente, si procederà con una valutazione tecnica dei sistemi informatici in uso e si proseguirà con analisi di vulnerability assessment, mirate a individuare le vulnerabilità dell’azienda e a identificare gli elementi potenzialmente oggetto di attacchi o tentativi di intrusione. A seguito di appositi test, che simulano un vero e proprio attacco ai sistemi,  si potranno programmare le azioni da intraprendere per eliminare le criticità emerse e rendere il sistema più sicuro».
A queste operazioni si aggiunge la fondamentale formazione del personale che spesso, per distrazione o poca conoscenza, involontariamente è il punto di ingresso di virus che possono infettare e danneggiare i sistemi aziendali». «Fatto tutto questo – continua Paolo Vairo - e fatti certificare tutti i vari passaggi del processo, saremo pronti insieme, noi e il cliente, a sottoscrivere la polizza di copertura assicurativa».  Le «polizze Cyber» di Assiteca coprono i danni materiali (incendio, guasto, furto di macchinari) e immateriali (perdita di dati da virus), diretti e indiretti (perdite di profitto) e le responsabilità civili verso terzi (fornitori, clienti, eccetera) dei quali l’azienda assicurata detiene informazioni sensibili, critiche, commerciali, «protette» ai termini delle relative leggi. Specifiche «garanzie crime» proteggono da furti di denaro, valori, merci e altri beni avvenuti tramite atti illeciti informatici, cioè frodi informatiche perpetrate sia all’interno (infedeltà dei dipendenti), sia all’esterno dell’azienda.
www.assiteca.it

Tagged under: Assicurazioni