Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Addio a Fabio Bianchi, un signore tra la neve e la bici - MontagnaOnline.com

Addio a Fabio Bianchi, un signore tra la neve e la bici

Category: Portfolio Created: Lunedì, 05 Giugno 2017 04:57 Hits: 193
Rate this article

Avrebbe compiuto 52 anni il 19 ottobre ma la crudeltà di un destino assurdo ha interrotto brutalmente la sua
bella e luminosa vita nella mattinata di sabato16 settembre su un sentiero del Colle Maddalena, sopra Brescia.
Aveva piovuto. Fabio Bianchi, direttore di LST Italia Business Unit del Gruppo MND,
aveva rinunciato alla solita uscita con la sua amatissima bici da corsa ma almeno una camminata voleva farla,
una camminata voleva farla, una passeggiata sulla familiare «montagna di casa» senza particolari pericoli.
Eppure… l'ha tradito.
Lascia nel vuoto lacerante dell’assenza la sua famiglia, la moglie Susanna e le figlie Federica e Litizia,
che «professione Montagna» vuole abbracciare idealmente in questo momento.
Lascia in chi l’ha conosciuto, nelle persone con cui ha lavorato per tanti anni nel mondo della montagna bianca
di cui è stato un protagonista, il ricordo di un uomo  intelligente e allegro, dal tratto vagamento «british»,
misurato senza essere scontroso, educato senza essere manieroso,
capace di miscelare in giuste dosi sorridente ironia e tranquillizzante self contro anche nelle situazioni più difficili.

Un signore. Un signore sportivo, appassionato di montagna e di bicicletta, orgoglioso della sua Bianchi vintage,
ex corridore del Pedale Bagnolese e fondatore, un paio d'anni fa, dell'associazione sportiva ASD Spring Club di Flero di Brescia
Un signore che ha dispiegato le sue qualità umane e le sue competenze tecniche in una attività professionale intensa,
tutta maturata  sulla neve della montagna invernale da quando aveva poco più di vent'anni e diventata nel tempo
un patrimonio di esperienze veramente unico.
Fabio era nato a Collio Valtrompia.
Dopo il diploma, dal 1987 al 2000 lavora in Gespi come responsabile cantieri per l'Italia della York Neige vivendo
le fasi del primo sviluppo dei sistemi di innevamento tecnico.

Dal 2001 al 2012, in Snowstar, dove Gespi era convogliata, segue sempre come responsabile cantieri l'installazione
di numerosi impianti di innevmaento programmato in Italia e nel mondo.
Snowstar viene acquisita dal gruppo MND nel 2012 e l'anno successivo Fabio Bianchi è nominato alla direzione
della filiale italiana. Dalla primavera 2016 aveva assunto la direzione di LST Italia, che a Gussago (Brescia)
si occupa della realizzazione di tappeti d'imbarco e nastri trasportatori.
Sovraintendeva alla produzione, teneva i rapporti con fornitori e clienti, dispensava battute argute per sciogliere qualche
tensione, trasmetteva  a tutti calma e serenità.
Come ha sempre fatto, nella sua bella vita finita troppo presto.