Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Ccm Finotello - MontagnaOnline.com

Ccm Finotello

Category: Portfolio Created: Giovedì, 10 Novembre 2016 08:27 Hits: 547
Rate this article

Una grande azienda
a misura di piccole realtà

Michele e Stefano Finotello hanno recentemente diversificato e potenziato la propria attività imprenditoriale con l’apertura della divisione Costruzioni Meccaniche nello  stabilimento di Bricherasio che ha aperto nuovi orizzonti operativi per il futuro ma continuano a non dimenticare l’impegno nel settore impiantistico. Seguendo sempre la filosofia tecnica dell’ammorsamento fisso e relazionandosi positivamente con gli Enti Locali, dal Piemonte alla Sardegna stanno contribuendo a rilanciare la pratica dello sci in molti Comuni che puntano sugli impianti da loro realizzati per valorizzare il proprio territorio

La tabella pubblicata in queste pagine è il riassunto analitico di tutti gli impegni per  l’installazione di nuovi impianti che la CCM Finotello sta realizzando sulle nevi italiane. È un riassunto sintetico ma estremamente dettagliato e tecnico delle caratteristiche di seggiovie e sciovie che andranno ad arricchire numerose località sciistiche «minori» rispetto ai più grandi comprensori ma come tali importanti perché  contribuiscono a valorizzare territori spesso dimenticati con una positiva ricaduta sull’economia locale e consentono di avvicinarsi allo sci a una fascia di utenza che altrimenti sarebbe smarrita. Molti, in troppi congressi, hanno sempre pontificato sulla necessità di non disperdere la funzione delle piccole località come serbatoi, come basi locali di «reclutamento» di nuovi sciatori ma poi, nei fatti, pochi hanno fatto e fanno qualcosa, concentrando in genere ogni attenzione sui grandi comprensori. Il lavoro che sta compiendo la CCM in collaborazione con molti Comuni è invece una iniziativa concreta per andare in quella direzione, contribuendo addirittura in alcuni casi a far rinascere attività sciistiche spente da anni. I rapporti di committenza con gli Enti Locali non sono così complicati e difficili come si tende a far credere quando esiste da ambo le parti correttezza e pulizia di comportamenti. I Comuni sanno che l’azienda di Pianezza è un fornitore affidabile e puntuale; Michele e Stefano Finotello sanno di  avere le capacità produttive per offrire impianti efficienti e sicuri, fedeli alla filosofia tecnica dell’ammorsamento fisso (dalla maggiore semplicità d’uso e di minore problematicità in termini di costi e di manutenzione) e ai valori di un’esperienza quarantennale che recentemente si è aperta nuovi orizzonti. La CCM di Pianezza ad inizio 2016 ha infatti compiuto un grande «salto in alto» nella propria dimensione industriale varando l’apertura della divisione CCM Costruzioni Meccaniche nella nuova sede di Bricherasio, una struttura tecnologicamente avanzata specializzata nella carpenteria e nella costruzione di parti meccaniche di grandi dimensioni. L’azienda ha diversificato la produzione conferendo un superiore peso specifico alla propria operatività ma non ha certo trascurato l’impegno nel campo dell’impiantistica. La tabella di queste pagine ne è la dimostrazione, una specie di «giro d’Italia» a tappe su nevi e in territori che magari non andranno sulle prime pagine dei depliants turistici ma per il movimento dello sci e del turismo invernale sono molto importanti. Seguiamo anche noi le tracce di questo impegno, da Nord a Sud, dalle Alpi agli Appennini ma non solo…

Nuovi impianti in Piemonte
A Sauze d’Oulx (Torino), nell’ottica del potenziamento del comprensorio sciistico, il Comune di Sauze d’Oulx ha individuato nella sostituzione della sciovia Moncrons mediante riposizionamento della seggiovia triposto denominata «Gran Comba» la soluzione definitiva al problema legato alla stagionalità di utilizzo di una parte consistente del comprensorio sciistico di Sauze  (aree Genevris e Tuassieres). La seggiovia sarà adibita a trasporto di soli sciatori in salita ed il tracciato dell’impianto sarà approssimativamente parallelo alla direzione Est-Ovest. L’impianto sarà adibito al trasporto di soli sciatori sul solo ramo di risalita, con portata oraria di 1603 sciatori/ora a 2,3 m/s.
Nel  Comune di Viola (Cuneo) è in corso di realizzazione la nuova sciovia «Vallone»  in sostituzione/ricostruzione della omonima sciovia ormai smantellata dopo essere giunta a scadenza di vita tecnica. Si tratta di un impianto di sciovia monoposto, con stazione di rinvio tenditrice a monte (tenditrice del tipo a gravità con blocco contrappeso) e motrice ancoraggio a valle, ed è caratterizzato da 9 sostegni; l’impianto garantisce una portata oraria 720 sciatori / ora alla velocità massima di 2,80 m/sec.

Nuovi impianti in Veneto
Il Comune di Ferrara di Monte Baldo (Verona)  ha deciso di partecipare, in accordo e in collaborazione con la società Novezzafutura s.r.l., alla realizzazione di una sciovia a fune alta con traini monoposto in località Novezza, la stazione invernale sorta nella seconda metà degli anni ’60 e purtroppo chiusa negli anni ’90. La nuova sciovia denominata «Marocco» alimenta la rinascita del centro invernale concepita nel 2011 e che ha preso avvio con la realizzazione di un’area destinata alla pratica di diverse attività invernali (primi passi sugli sci, campo scuola, etc.), rese possibili nel 2013 con l’installazione di due tappeti mobili da parte della Novezzafutura s.r.l. amministrata da Luigi Ballini. La nuova sciovia «Marocco» sostituisce, sull’identico tracciato, l’omonima dismessa sciovia monoposto. Essa funge da ricircolo per la pista che corre parallela e risulta integrativa ai nastri trasportatori recentemente installati nelle adiacenze.

Nuovi impianti nel Lazio
A Cittareale (Rieti) si sta provvedendo alla realizzazione di due sciovie parallele aventi l’obiettivo del raggiungimento e del mantenimento nel tempo di elevati livelli qualitativi dell’offerta turistica e sportiva invernale, in grado di costituire una reale ed efficace alternativa, soprattutto per la clientela dell’Italia centrale, alle proposte provenienti da altre strutture situate nello stesso bacino di utenza. L’impianto a linea doppia è di medie dimensioni, con stazioni di rinvio fisse a monte e motrici e tenditrici a tensionamento idraulico a valle. È caratterizzato da 11 sostegni (per ogni linea) e garantisce una portata oraria di 742 sc/h (per linea) alla velocità massima di 3.30 m/s.

Nuovi impianti nelle Marche
Nel comune di Frontone (Pesaro/Urbino) è in corso un ammodernamento della cabinovia «Caprile - Monte Catria» al fine di migliorarne il comfort di servizio con la sostituzione dei veicoli biposto aperti con altri di tipo chiuso, così da mitigare l’esposizione alle condizioni atmosferiche avverse. Contestualmente alla sostituzione dei veicoli, si intende anche agevolare le operazioni di imbarco e sbarco dell'utenza che, condotte agli attuali 1,50m/s di velocità, risultano difficoltose soprattutto per certe fasce di utenza (bambini ed anziani) e costringono a continui rallentamenti con inevitabile perdita di portata. L’ammodernamento voluto dall'Amministrazione prevede dunque la trasformazione dell'attuale impianto a moto uniforme continuativo in un impianto a moto uniforme intermittente (pulsè), in modo tale che le operazioni di imbarco e sbarco nelle stazioni avvengano ad una velocità ridotta e con caratteristiche tali da continuare a garantire la portata teorica attuale di almeno 300p/h.

Nuovi impianti in Abruzzo
Nel comune di Campo di Giove (L’Aquila) la CCM sta provvedendo alla sostituzione della sciovia a fune alta con traini monoposto esistente, denominata «Quartarana» e destinata al trasporto pubblico di persone, con un impianto di caratteristiche analoghe che ne ripete il tracciato di linea. La finalità dell’intervento, proposto dall’Amministrazione Comunale di Campo di Giove, risiede nella necessità di rimettere in funzione la sciovia che fornisce servizio per principianti all’interno dell’esistente area sciabile completando così, o meglio ripristinando, la fruibillità turistica invernale della zona. L’impianto in oggetto andrà a sostituire l’omonimo impianto, di cui è previsto lo smantellamento in quanto in scadenza di vita tecnica, ripercorrendone esattamente il tracciato esistente. Si tratta di un impianto di medie dimensioni con stazione di rinvio fissa a monte e motrice tenditrice, a tensionamento idraulico, a valle. È caratterizzato da 6 sostegni e garantisce una portata oraria di 720 sc/h alla velocità massima di 2.10 m/s. Sempre in provincia dell’Aquila, precisamente nel comune di Scanno , si sta provvedendo alla Revisione Generale della seggiovia biposto ad attacchi fissi RM42  «Scanno- Colle Rotondo» finalizzata all’ottenimento delle autorizzazioni necessarie alla continuazione dell’esercizio pubblico.Trattasi di un impianto ad attacchi fissi con veicoli biposto, con partenza in località Scanno, a quota 1018.45 m ed arrivo a monte a quota 1579.30 m in località Colle Rotondo.

Nuovi impianti in Calabria
Innanzitutto a Gambarie d’Aspromonte (RC) è completato l’intervento iniziato lo scorso anno con la realizzazione di due seggiovie biposto. Quest’anno sono in corso di realizzazione una pista per il bob estivo e la sciovia Mare-Neve. Si tratta di un impianto a fune alta di piccole dimensioni, con stazione di rinvio fissa a monte e motrice tenditrice con tensionamento idraulico a valle. È caratterizzato da 4 sostegni e garantisce una portata oraria di 480 sc/h alla velocità massima di 2.00 m/s.

Nuovi impianti in Sardegna
Nel comune di Fonni (Nuoro), la CCM sta realizzando una seggiovia biposto con attiguo rifugio polifunzionale. L’impianto in progetto denominato «Brucuspina» andrà a sostituire l’attuale sciovia omonima, di cui è previsto lo smantellamento. Si tratta di una seggiovia biposto ad ammorsamento fisso caratterizzata da una stazione a valle del tipo motrice fissa e una stazione a monte del tipo rinvio e tensione. La nuova seggiovia viene dimensionata per una portata oraria di 1440 sc/h, ed è adibita al trasporto di sciatori solo in salita nel periodo invernale alla velocità di 2,80 m/s, e di pedoni nel periodo estivo con portata oraria di 770 p/h alla velocità di regime di 1,5m/s.
www.ccmfinotello.com