Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Doppelmayr - MontagnaOnline.com

Doppelmayr

Category: Portfolio Created: Mercoledì, 09 Novembre 2016 12:13 Hits: 510
Rate this article



Dall’Italia, per l’Italia e per il mondo
mettendo a segno… due record mondiali

Lo stabilimento di Lana, in Alto Adige, nel 2016 sta svolgendo una parte assai rilevante sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo nel complesso degli interventi realizzati dal gruppo a livello internazionale. Le officine dove sono impiegati 90 addetti sono state costantemente impegnate e hanno vissuto una predominanza di lavoro per grossi impianti realizzati all’estero a fronte di una flessione di ordini destinati al mercato interno italiano che pure ha visto la nascita di diversi nuovi impianti. In questa panoramica spiccano i componenti destinati alla Russia ed al Vietnam, dove una nuovissima megafunivia…

QUI ITALIA:
GLI IMPIANTI NUOVI

Cadipietra (Bolzano)
Nuova cabinovia 10-MGD K-Express
La sede di Lana è intervenuta a Cadipietra (BZ) per la sostituzione della cabinovia esaposto «Klausberg», realizzata sempre da Doppelmayr nel 1994 (potenzialità di trasporto di 1600 P/h), con una nuova cabinovia con veicoli a dieci posti per una potenzialità di trasporto di 2200 P/h. La sostituzione dell’impianto di arroccamento si è resa necessaria per garantire una maggior portata, specialmente nelle ore mattutine di maggior affluenza e per garantire un maggior comfort di viaggio con le nuove cabine più capienti, garantendo nel frattempo maggiori facilità nelle fasi d’imbarco e sbarco a livello dei viaggiatori. L’ubicazione dell’impianto è rimasta pressoché invariata, con la stessa collocazione della stazione di valle, mentre a monte si è realizzato uno spostamento laterale della nuova stazione con un disassamento di circa 15 m per garantire un maggior spazio per il movimento dei viaggiatori. La rotazione della linea è stata anche fondamentale per consentire la costruzione del nuovo impianto senza interrompere l’esercizio del vecchio né durante la stagione estiva né durante quella invernale. Nell’autunno 2015 è stata realizzata la stazione di monte a fianco della vecchia, mentre da marzo a giugno 2016 è stata ricostruita la stazione di valle, garantendo l’apertura a tempo di record per la stagione estiva 2016.

Cima Vioz, Pejo (Trento)
Nuova seggiovia 4-CLF Saroden
Il comprensorio sciistico di Pejo si colloca nella provincia di Trento ai piedi del Monte Vioz, una delle piú alte cime del gruppo Ortles-Cevedale. Con la costruzione della nuova seggiovia quadriposto «Saroden – Cima Vioz» e della relativa pista di discesa con innevamento programmato, la società «Pejo Funivie» intende ammodernare il comprensorio sciistico, smantellando l’ormai obsoleta sciovia «Saroden», costruita nell’anno 1968 e ormai dismessa. Il nuovo tracciato è stato traslato verso destra e prolungato verso monte rispetto a quello della sciovia. Per limitare al massimo l’impatto ambientale dell’impianto, è stata scelta la tipologia «Chairdrive», ossia di tipo compatto che raggruppa in un’unica stazione la funzione motrice e di tensionamento, limitando la seconda stazione ad un semplice rinvio fisso. Tutti gli organi meccanici bisognosi di manutenzione si trovano nella stessa stazione, e gli ingombri e l’impatto visivo sono estremamente limitati. Anche i movimenti terra e gli scavi, necessari per la realizzazione dell’impianto, sono stati contenuti al minimo indispensabile.


Antermoia (Bolzano)
Nuova sciovia 1-SL Antermoia
L’impianto è un cosiddetto «Dorflift» (sciovia di paese) ed è situato nell’omonima frazione della Val Badia, inclusa nella zona sciistica di Plan de Corones. Sostituisce un precedente impianto, sempre Doppelmayr, che aveva superato i 40 anni di età. Il nuovo impianto ha la particolarità di essere dotato di una nuova stazione intermedia per la discesa, che è stata attrezzata con impianto di videosorveglianza, pulsante di arresto e sensori il controllo di mancato sbarco. In questo modo è possibile sfruttare anche il tratto basso della pista, più largo, semplice e quindi indicato come campo scuola per bambini.

Sarentino (Bolzano)
Nuova sciovia 1-SL Anger
Anche la sciovia Anger è un impianto «Dorflift» ed è stata realizzata grazie ai finanziamenti predisposti dalla Provincia autonoma di Bolzano per l’ammodernamento delle piccole sciovie di paese, per avvicinare i bambini allo sport fin dai primi anni di vita. L’intervento ha previsto anche l’innalzamento della quota di tutta la zona di partenza, per ridurre la pendenza della pista e rendere più sicuro l’accesso ai principianti e bambini. La sciovia si trova nei pressi dell’ufficio skipass e della stazione di valle della cabinovia di Reiswald.

Verano (Bolzano)
Nuova funivia 35-ATW Postal 
A fine ottobre sono partiti i lavori per la costruzione della nuova funivia Postal – Verano, tra gli omonimi comuni del Meranese. Il nuovo impianto, a doppia fune portante, affianca ed andrà a sostituire l’esistente piccola funivia costruita dalla Hölzl nel 1958 ed ormai non più adeguata a sostenere il pendolarismo urbano, affiancato da quello turistico, in continuo aumento. Due cabine completamente vetrate e dal design inedito viaggeranno a 7 m/s aumentando la portata dalle precedenti 100 alle future 360 persone/ora; si passerà da 5 ad un solo sostegno, alto 44 metri. La soluzione a doppia fune portante consentirà di aumentare la disponibilità del servizio anche in caso di forte vento, e di scongiurare gli accavallamenti sul tratto superiore della linea, che a volte si verificavano sul vecchio impianto. L’intervento si inserisce in un progetto più ampio di collegamento urbano tra i due paesi, che prevede a valle la realizzazione di un parcheggio su tre piani per circa 50 auto, di un secondo parcheggio all’aperto per 56 auto, e di un ascensore che collegherà la fermata della linea autobus Merano-Bolzano con la stazione. A monte, nel sedime della vecchia stazione verranno ricavati circa 30 posti auto, e verrà realizzata una rotatoria per la fermata e inversione del citybus.

QUI ITALIA:
GLI AMMODERNAMENTI
Ogni anno numerosi impianti vengono sottoposti a revisioni quinquennali, decennali o ventennali e Doppelmayr effettua autonomamente, o in collaborazione con le società esercenti, tutti i lavori richiesti dalla normativa vigente. Citiamo di seguito tre interventi degni di particolare nota.

Lago Avio, Edolo (Brescia)
Rinnovo funivia ENEL Fondovalle 

Finestra Berta,
Venaus (Torino)Ammodernamento funivia ENEL Bar Cenisio
Sono numerosi gli impianti delle aziende elettriche di cui Doppelmayr Italia segue costantemente la manutenzione e le revisioni; si tratta circa di 20 tra piani inclinati, funicolari, funivie e teleferiche. Nel 2016 sono state sottoposte ad importanti ammodernamenti le funivie di Edolo e Venaus, che conducono dal fondovalle a impianti idroelettrici, in questo caso rispettivamente ad una diga e ad una camera valvole. A Edolo l’intervento ha interessato la sostituzione integrale dell’argano motore, dell’argano di recupero, delle pulegge e delle funi, degli azionamenti elettrici, la fornitura di due nuove cabine ed il controllo di tutte le altre strutture. A Venaus, invece, gli interventi sono stati più limitati con i controlli non distruttivi su tutto l'impianto, il revamping delle cabine e la sostituzione dell'azionamento elettrico, fornito dalla ditta Funitek che ormai oltre 10 anni realizza tutti gli azionamenti elettronici per Doppelmayr Italia.

Salei, Canazei (Trento)
Ammodernamento cabinovia 8-MGD Pradel 
La cabinovia Pradel – Salei, realizzata da Doppelmayr (Agamatic) nel 1996, collega la strada che da Canazei porta al Passo Sella con i prati alle pendici del Col Rodella e Sassolungo, ed è fondamentale per il carosello sciistico del Sellaronda. È stata sottoposta a revisione ventennale con sostituzione dell’argano motore, azionamento elettrico e nuove cabine panoramiche con vetratura integrale fino a terra, che consentono di godere del panorama sulle cime della Val di Fassa durante il viaggio, oltre a garantire un maggior comfort grazie alle panche più grandi, all'assenza del tubo portante centrale e dei poggiasci integrati nel pavimento.

QUI ESTERO:
GLI IMPIANTI SPECIALI
Continua l'importante ruolo di Lana nella collaborazione con le altre sedi internazionali del gruppo, che ha portato alla progettazione e realizzazione di soluzioni o elementi tecnici per impianti speciali di grande prestigio e spettacolarità.

Sheremetyevo Airport (Russia) Cable Liner Shuttle
Il Cable Liner® è un sistema di trasporto a fune completamente automatizzato che da anni garantisce impressionante efficienza e prestazioni in numerosi aeroporti internazionali. Doppelmayr Cable Car, una consociata interamente controllata dalla Doppelmayr, si è aggiudicata il contratto per un Cable Liner® Double Shuttle che correrà interamente in galleria. Su una distanza di più di due chilometri di lunghezza, collegherà i terminal nord sud. Sheremetyevo è il più grande aeroporto della Russia ed è collegato con oltre 300 destinazioni internazionali. Il nuovo sistema di trasporto garantirà ai passeggeri un miglior comfort per i trasferimenti interni, 24 su 24, 365 giorni all'anno. A Lana sono stati progettati e realizzati completamente i due argani motori e le due unità di rinvio, da montare nelle stazioni terminali. Grazie a questi elementi tecnici sarà possibile muovere i due anelli di fune che traineranno i due convogli. A fine settembre una colonna di autoarticolati è partita da Lana verso Mosca, con tutto il materiale pronto per il montaggio.

Baia di Ha Long (Vietnam)
230-ATW Ha Long Queen Cable Car
La Baia di Ha Long, con oltre sei milioni di visitatori l'anno è una delle più note attrazioni turistiche del Vietnam, non ospita solamente un nuovo parco divertimenti, ma con le 1.969 rocce calcaree che si ergono sul mare è patrimonio naturale dell'UNESCO. Con la nuova funivia, Doppelmayr ha creato qualcosa di straordinario in un luogo particolare: un impianto a fune attraversa lo stretto e porta comodamente i visitatori ad un'imponente ruota panoramica. Con la nuova funivia, Doppelmayr ha infranto due record mondiali contemporaneamente: i due veicoli a due piani da 230 posti ciascuno sono attualmente le cabine funiviarie più grandi del mondo. Con una velocità di dieci metri al secondo, la Ha Long Queen Cable Car trasporta circa 2.000 persone l'ora. Due piloni, uno dei quali con i suoi 188,88 metri è il più alto pilone del mondo, sorreggono le funi d'acciaio. I collaboratori altoatesini sono stati impegnati nella costruzione degli elementi di linea, che dopo essere stati smontati in numerosi container, sono stati spediti da Lana al Vietnam. Il prossimo mega-impianto, a cui si sta già lavorando, sarà la cabinovia trifune più lunga del mondo, sempre in Vietnam, denominata Hòn Thơm - Phú Quốc; collegherà la terraferma ad un’isola con una spettacolare linea sospesa sul mare.

Lo stabilimento in provincia di Bolzano occupa 90 dipendenti e collabora attivamente con le altre sedi mondiali nello sviluppo di soluzioni tecniche e nella produzione di elementi per impianti speciali a livello mondiale; il fatturato 2014/2015 del gruppo ha raggiunto i 794 milioni di euro.
www.doppelmayr.com