Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Demaclenko - MontagnaOnline.com

Demaclenko

Category: Portfolio Created: Sabato, 24 Settembre 2016 08:27 Hits: 294
Rate this article

Neve da Coppa del Mondo anche
per l’«esordiente» Plan de Corones

Con le gare che si disputano in Val Gardena e Alta Badia (in calendario rispettivamente dal 1969 e dal 1985) l’Alto Adige è già da molto tempo tappa fissa nel circuito della Coppa del Mondo di sci alpino e gode di grande popolarità sia a livello nazionale che internazionale. Oltre alle due località già citate, quest’anno la Coppa del Mondo è approdata per la prima volta anche a Plan de Corones, dove il 24 gennaio era in programma uno slalom gigante femminile. Con i suoi 116 chilometri di piste, Plan de Corones è la località sciistica alpina numero uno in Alto Adige, nonché una delle più importanti e affermate d’Italia. Il comprensorio si estende su tre versanti (Brunico, Valdaora e San Vigilio di Marebbe) e fa parte del carosello Dolomiti Superski. Affinché l’evento potesse svolgersi in assoluta sicurezza ed essere un successo organizzativo, dietro le quinte si è lavorato intensamente per assicurare condizioni ottimali durante le gare. Soprattutto negli inverni con così poca neve come questi è di fondamentale importanza predisporre da subito una base perfetta per le piste di gara, in modo da poterle poi preparare alla perfezione poco prima dell’evento. Decisivo da questo punto di vista è, oltre a svariate altri componenti, soprattutto un impianto di innevamento di ultima generazione che consenta all’organizzatore di provvedere per tempo alla produzione della neve necessaria. Anche Andrea del Frari, membro del comitato organizzativo SkiWorldCup Plan de Corones, sottolinea una volta di più l’importanza della collaborazione per il successo della manifestazione e non solo: «La collaborazione con Demaclenko non si limita solo alla produzione di neve della migliore qualità. Il nostro comune operato darà maggiore visibilità alla gara di Coppa del Mondo di Plan de Corones, ma anche a Demaclenko. Insieme diamo prova di competenza alpina!». L’efficacia dell’impianto ha convinto tutte e tre le società di gestione del comprensorio (Funivia Plan de Corones Spa, Funivie Valdaora Spa e Funivie San Vigilio di Marebbe) alle quali quest’anno Demaclenko ha fornito complessivamente oltre 40 generatori di neve Titan 2.0. Dopo la posa in opera dell’impianto di innevamento completo di generatori di neve, pozzetti di cemento, tubature in ghisa e cablaggio per la realizzazione della nuova pista Hinterberg sul versante di Brunico, a San Vigilio il team di Demaclenko si è dedicato esclusivamente all’innevamento ottimale della pista di Coppa del Mondo, che è stata dotata di oltre 15 generatori di neve Titan. Un ulteriore vantaggio per l’innevamento mirato ed efficace della pista di gara è costituito dalla programmazione del sistema di controllo Snowvisual, che, integrando anche i prodotti di terzi, può essere impiegato sull’intera area sciistica. Grazie all’elevato contenuto tecnologico dei suoi prodotti, Demaclenko è stata in grado di garantire pari opportunità a tutte le atlete, che sulla pista della Coppa del Mondo hanno trovato così le migliori condizioni di gara possibili.  Demaclenko non vedeva l’ora di partecipare alle emozionante gare in una cornice mozzafiato tra l’entusiasmo generale e di vivere momenti appassionanti, serrati testa a testa e grandi imprese sportive sulla neve del futuro.

www.demaclenko.com