Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

FAS - MontagnaOnline.com

FAS

Category: Portfolio Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27 Hits: 308
Rate this article

Il futuro corre sopra un fil di fune

L’azienda di Cinisello Balsamo, protagonista in Italia nel settore dei prodotti per sollevamento, è partner nel nostro Paese della ArcelorMittal Bourg-en-Bresse, leader mondiale nella produzione di funi di acciaio, forte di una storia centenaria e di una capacità di innovazione che ha condotto alla rivoluzionaria soluzione adottata sull’impianto della cabinovia urbana di Brest con l’integrazione tra i trefoli e la fibra ottica. Insieme propongono al mercato italiano le migliori risposte e soluzioni per qualsiasi applicazione delle funi metalliche

A Bourg-en-Bresse, cittadina francese di 40 mila abitanti capoluogo del dipartimento di Ain nella regione di Alvernia-Rodano-Alpi, c’è l’azienda che produce le funi in acciaio tecnologicamente più avanzate del mondo, capaci non solo di sostenere e portare verso l’alto in assoluta sicurezza qualsiasi impianto di risalita ma capaci di sostenere e portare avanti la sfida con il futuro con soluzioni d’avanguardia, come nel caso della cabinovia di Brest di cui parleremo più avanti. Questa azienda è stata fondata nel lontanissimo 1906 con il nome di «Câbleries de Bourg»; più tardi si è resa famosa come «Tréfileurope» prima di essere incorporata nel gruppo ArcelorMittal, colosso mondiale dell’acciaio da 58 miliardi di dollari di fatturato nato dalla fusione di due tra le più grandi aziende del settore, la Arcelor e la Mittal Steel Company, avvenuta nel 2006. Lo stabilimento di Bourg-en-Bresse ha iniziato la sua attività con la produzione di funi per miniere. Da quel tipo di produzione, costantemente migliorata negli anni in prestazioni e capacità di durata, l’azienda ha tratto le competenze e le esperienze per allargare progressivamente il proprio impegno produttivo ad altri campi di utilizzazione quali il sollevamento, i sistemi di ormeggio offshore, le strutture di ancoraggio e, appunto, il trasporto funiviario. Nel corso della sua storia secolare si è costruita una reputazione internazionale nella produzione di funi di acciaio ad alta tecnologia e oggi, con l'attuazione di una politica di gestione illuminata, strutturata su una moderna organizzazione aziendale,  forti investimenti,  continuo lavoro di ricerca e sviluppo, stretta collaborazione con i propri clienti, ArcelorMittal Bourg-en-Bresse è da considerare sicuramente leader mondiale nel settore delle funi per impianti di risalita, un riferimento obbligato per affidabilità e innovazione.  Nel 2016 è stata in grado di fare nettamente la differenza rispetto a qualsiasi concorrenza fornendo una soluzione d’avanguardia per la prima cabinovia urbana realizzata in Francia, a Brest: l’integrazione con la tecnologia in fibra ottica. Due tubi con fibre ottiche sono stati inseriti all’interno della fune portante dell’impianto del diametro di 50 mm e della lunghezza di 2 510 metri; a questa fune si è aggiunta quella traente da 25 mm di diametro lunga 1960 metri. In totale, più di 40 tonnellate di fune, su misura per questa applicazione intensiva di Brest, sono state prodotte nello stabilimento di Bourg-en-Bresse.

Interventi prestigiosi
ai quattro angoli del mondo
Le funi della ArcelorMittal Bourg-en-Bresse sono naturalmente protagoniste assolute in Francia, sugli impianti delle più famose stazioni sciistiche transalpine come L'Alpe d'Huez, La Plagne / Les Arcs, Val d'Isère, Les 3 Vallées ma il loro livello di qualità si sta imponendo sempre più ai quattro angoli del mondo, sia nell’ambiente tradizionale della montagna bianca e degli sport invernali che nel settore emergente del trasporto urbano. Dalla Cina con la preparazione dei giochi olimpici di Beijing, passando per Hong Kong e la sua spettacolare «Peak Tramway» fino al Nord America, dove ha fornito funi 6-trefoli come un modello da 52 mm. di 5200 metri a Le Mont Ste Anne o un modello 45 mm. di 4730 metri al Vancouver Olympic Stadium di Whistler Mountain, in Canada, ArcelorMittal è sempre stata presente per raggiungere le vette e trasportare milioni di persone. E sulla base della sua esperienza si propone come un forte partner per lo sviluppo delle aziende impiantistiche e nel sostegno ai progetti più impegnativi anche in Italia, dove l’ ArcelorMittal Bourg-en-Bresse ha trovato nella FAS una affidabile partner da più di vent’anni.
Protagonista attiva
sul mercato italiano

Costituita nel 1980, la FAS  S.p.A. (Funi e Attrezzature per il Sollevamento) con  sede centrale a Cinisello Balsamo (Milano) e diverse unità operative distaccate sul territorio nazionale,  in  questi anni è cresciuta costantemente sul mercato della progettazione, costruzione, commercializzazione di prodotti per sollevamento. Grazie ad un servizio di alta qualità alla clientela che comprende corsi di formazione e addestramento per la sicurezza sul lavoro e verifiche periodiche delle attrezzature di sollevamento, si è imposta come leader nel settore sul mercato italiano. Insieme a ArcelorMittal lavora per fornire anche nel nostro Paese le migliori risposte e soluzioni per qualsiasi applicazione delle funi metalliche, comprese le nuove installazioni o le sostituzioni funiviarie.
www.fasitaly.com