Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Forum della neve - MontagnaOnline.com

Forum della neve

Category: Portfolio Created: Martedì, 26 Aprile 2016 08:21 Hits: 497
Rate this article

L’Europa in pista
con lo sci…in regola

Si è svolta a Bormio lo scorso dicembre l’ottava edizione del Forum Giuridico Europeo della neve, l’ormai tradizionale convegno valtellinese che mette a confronto le legislazioni che regolamentano gli sport di montagna nei diversi paesi della Unione Europea. Dai numerosi e qualificati interventi è emersa soprattutto l’esigenza di uniformare il più possibile le normative nazionali anche per quanto riguarda la pratica dello sci perché anche sulla neve passa il processo di integrazione europea

Regole condivise, regole razionali, regole uguali per tutti. Si può sintetizzare così il messaggio che fin dalle sue origini ha lanciato il Forum giuridico europeo della neve, l’importante congresso che riunisce in Valtellina giuristi e professionisti specializzati nei problemi legati alla montagna e agli sport invernali. Lo scopo è duplice. Il primo: mettere a confronto le diverse legislazioni nazionali dei paesi membri della Ue in modo da coglierne la specificità legata al territorio, con le sue particolari esigenze e le sue culture. Secondo: richiamare l’attenzione dei legislatori sulla necessità di adottare – laddove è possibile – leggi comuni, così come si è fatto per il codice della strada. Tanti i temi affrontati,come la responsabilità di chi organizza le gare dilettantesche, la circolazione delle motoslitte sui campi da sci, il soccorso in elicottero, il ruolo della polizia di Stato, il doping negli sport invernali… Ad alternarsi al tavolo del congresso, sotto la guida del presidente de convengo Carlo Bruccoleri, sono i più autorevoli esperti europei in questo settore, fra cui Ignacio Arroyo e Federico Fernández de Buján (Spagna), Michel Bailly (Francia), Heinz Walter Mathys (Svizzera), Tanja Marušič (Svizzera), Pieter De Tavernier (Olanda) e Herbert Gshöpf (Austria). Quest’ultimo in particolare, assente nelle ultime due edizioni, è un felice ritorno, sia per la sua autorevolezza di studioso sia per l’importanza dell’Austria per l’industria degli sporti invernali. A essi si sono affiancati gli italiani Waldemaro Flick, Jacopo Tognon, Marisella Chevallard, Paolo Della Torre, Marco Del Zotto, Tino Palestra, Lina Musumarra, Mario Ulisse Porta, Paride Gianmoena, Ettore Tacchini, Annibale Salsa, Lucia Gizzi ed Elvira Antonelli. Nato nel 2005 sull’onda dei Mondiali di sci alpino tenutisi quell’anno in Valtellina, il Forum Giuridico Europeo della Neve ha cambiato la sua cadenza nell’ultimo decennio da annuale a biennale. Ma rimane un evento unico nel suo genere, che ha suscitato un crescente interesse fra gli addetti ai lavori. La ragione? Il Forum va a toccare i punti nevralgici dell’industria turistica. È chiaro infatti che la globalizzazione e le nuove discipline sportive diffusesi negli ultimi anni suscitano nuove sfide per gli operatori della montagna: i turisti e gli appassionati, per esempio, si spostano da una località all’altra ma non è detto che conoscano le regole vigenti in quel determinato luogo. A conferma dell’importanza internazionale del convegno è da ricordare che la sua partecipazione da parte di avvocati e praticanti dà diritto a sei crediti formativi. Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito del Forum http://www.bormioforumneve.eu dove, oltre al programma dettagliato del 2016, è possibile consultare e scaricare le relazioni e i documenti delle passate edizioni.      

 

Tutti i relatori, tutte le relazioni
di un confronto ad alto livello

Prof. Pieter DE TAVERNIER (Olanda)
Professore Associato di Diritto Civile, Università di Leiden:
«La colpa del danneggiato - in ambito sportivo - in Europa e negli Stati Uniti di America: convergenze e divergenze»
Dr. Annibale SALSA, Antropologo, già Presidente Nazionale del CAI, «Neve e turismo alpino. Mutamenti di percezione culturale»
Avv. Waldemaro FLICK, Componente del Comitato scientifico della Fondazione Courmayeur:  «Sulle problematiche concernenti la circolazione delle motoslitte sui campi da sci nonché  sulle strade e sui terreni  innevati»
Dr. Carlo BRUCCOLERI, Presidente On. Agg. della Corte di Cassazione:   «Sui profili di responsabilità nell’organizzazione di gare sciistiche del cosiddetto “agonismo minore”»
Avv. Marisella CHEVALLARD, Consulente del Collegio dei Maestri di Sci della Val d’Aosta e dell’Associazione Direttori di Pista e Pisteurs secouristes di Aosta: «Improvvisarsi organizzatori di eventi di Coppa del Mondo tra difficoltà e assunzione di responsabilità»
Prof. Ignacio ARROYO (Spagna), Professore di Diritto Commerciale dell’Università Autonoma di Barcellona: «Il doping nel ciclismo e nello sci: il caso "Operación Puerto”»
Prof. Federico Fernández de BUJÁN (Spagna),  Ordinario di Diritto Romano e Direttore di Dipartimento della Facoltà Giurisprudenza UNED di Madrid: «La montagna nei testi classici. Il rischio nei testi giurisprudenziali»
Avv. Lina MUSUMARRA,  Professore a contratto di Diritto dello Sport, Università Luiss, Roma:  «La gestione del rischio nelle aree sciabili attrezzate: l'efficacia scriminante della delega di funzioni»
D.ssa Lucia GIZZI, Giudice amministrativo: «L’affidamento del servizio di trasporto a  fune, alla luce della Direttiva 2014/23/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, della legge n. 11 del 2016 e del d.lgs. n. 50 del 2016»
Avv. Marco DEL ZOTTO,  Presidente del Collegio Maestri di Sci della Regione Friuli Venezia Giulia: «La responsabilità da contatto sociale in ambiente montano»
Marwin GSCHÖPF (Austria), Expert for Skiing and Snowboarding: «Metodologia di ricostruzione degli incidenti sciistici»
Avv. Michel BAILLY (Francia), Docente di Diritto internazionale presso lo I.U.P. di Chambery - Università della Savoia: «Sicurezza e risarcimento, Dalla responsabilità per colpa penale o civile alla presunzione di responsabilità. Esperienze a confronto e evoluzione giurisprudenziale»
Avv. Heinz Walter MATHYS (Svizzera), Rechtsanwalt, Président d'honneur de la SKUS: « La responsabilità contrattuale per le operazioni di ricerca di persone che si suppone possano essere rimaste travolte da  valanghe  provocate  da sciatori fuori-pista o da freerider che, incuranti dei segnali di avvertimento, affrontino pendii  esposti al rischio  di valanghe, causandone il distacc»
Dr. Tino PALESTRA, Presidente Sezione Gip/Gup del Tribunale di Bergamo: «Libertà e sicurezza nella montagna invernale»
Avv. Ettore TACCHINI, Presidente Emerito dell’Ordine Avvocati di Bergamo, già componente del CNF: «Evoluzioni sulle piste e evoluzione della giurisprudenza in tema»
Prof. Jacopo TOGNON, Direttore di programma del Football Law Programme della UEFA: «Sport e Unione Europea dieci anni dopo la sentenza “Meca Medina”: verso un diritto europeo della neve?»
Avv. Mario Ulisse PORTA, già Presidente dell’ Ordine Avvocati di Sondrio: «Il fenomeno dell’abusivismo nell’esercizio delle professioni della montagna»
Dott. Paolo DELLA TORRE, Direttore Dipartimento Emergenza di Alta Specialità Urgenza ed Accettazione Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) della Valtellina e dell'Alto Lario: «Elisoccorso: nuove possibilità di estensione delle attività di soccorso ex Regolamento UE n. 965/2012»
D.ssa Elvira ANTONELLI, Sostituto Procuratore della Repubblica c/o il Tribunale di Sondrio: «La pratica del freeride: prassi, criticità e conseguenze»
Avv. Tanja MARUŠIC (Slovenia): «La nuova legge slovena sulla sicurezza sulle piste da sci - L’impotenza degli esperti e il conflitto di interessi».

Tagged under: Osservatorio legale