Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Interalpin 2017 - MontagnaOnline.com

Interalpin 2017

Category: Portfolio Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27 Hits: 373
Rate this article

A Innsbruck  batte forte
il cuore delle  tecnologie alpine

Nel capoluogo del Tirolo austriaco si svolgerà dal 26 al 28 aprile la 21a edizione della grande fiera internazionale che nel corso dei decenni si è conquistata il ruolo di vero e proprio «motore» dello sviluppo nel settore dell’impiantistica funiviaria e delle altre produzioni riservate al vasto comparto economico legato al turismo invernale, attorno al quale ruotano ogni anno miliardi di Euro. A questo importante appuntamento partecipano visitatori provenienti da circa 80 Paesi del mondo; qui si incontrano ai massimi livelli «l’offerta» e la «domanda» per progetti di investimento, si confrontano le soluzioni tecnologiche più moderne e avanzate, si prospettano programmi di operatività per il futuro ed emergenti orizzonti di sviluppo quali il trasporto urbano e il turismo estivo. Un appuntamento imperdibile che quest’anno vedrà 650 espositori e la partecipazione di 23 mila operatori professionali

Negli anni ‘70 la grande fiera specializzata in tecnologie alpine che conosciamo oggi era solo un embrione nato da una presentazione di prodotti di dimensione ridotta nell’ambito di un congresso dedicato alle piste da sci. Quell’embrione è cresciuto ed è diventato un gigante. Oltre quarant’anni più tardi, l’Interalpin di Innsbruck si presenta come la fiera internazionale di settore per eccellenza giunta, con la denominazione e la sua struttura attuali, alla 21a edizione in programma del 26 al 28 aprile e che prevede l’arrivo di operatori professionali provenienti da oltre 80 Paesi. Gli organizzatori del Congress Messe Innsbruck (CMI) sono convinti che il carattere fortemente turistico della regione del Tirolo e la presenza di aziende leader del settore nei pressi della sede della fiera potranno creare i giusti presupposti per un ulteriore sviluppo delle relazioni e degli investimenti nel settore degli impianti a fune i cui «numeri», in Austria, parlano chiaro: investimenti per oltre 700 milioni di Euro, quasi 600 milioni di persone trasportate lo scorso inverno e quasi otto miliardi di euro di fatturato lordo per gli utenti del servizio di risalita. Questi sono i risultati delle statistiche aggiornate dell’associazione austriaca degli impianti a fune  che il presidente Franz Hörl  commenta così: «Se pensiamo che nel solo Stato Federato del Tirolo ogni anno vengono investiti oltre 300 milioni di Euro in impianti di risalita, questo ci fa capire quanto sia importante il turismo di montagna in questa regione». Per il Paese con la più alta percentuale di territorio alpino di tutti e otto i Paesi alpini in Europa è un piacere e un dovere ospitare la fiera internazionale specializzata in tecnologie alpine in quella «Capitale delle Alpi» che è Innsbruck.

L’ultima tappa di una storia cominciata quarant’anni fa
Dice il direttore del Congress Messe Innsbruck Christian Mayerhofer (nella foto a destra): «Interalpin è la fiera più internazionale di tutta l’Austria, frutto di uno sviluppo di cui andiamo fieri». Infatti, come abbiamo già accennato, quella che nel 1974 aveva preso il via come presentazione di prodotti di dimensione ridotta nell’ambito di un congresso dedicato alle piste da sci che si teneva a Innsbruck-Igls, si è trasformata nel corso dei decenni in una delle più importanti e richieste fiere di settore di livello internazionale. La percentuale di visitatori internazionali della passata edizione di Interalpin nel 2015 era di oltre il 60% e comprendeva ospiti provenienti da oltre 80 Paesi. Il direttore della fiera individua inoltre nella regione Tirolo una posizione favorevole per l’insediamento di realtà aziendali che trarrebbero vantaggio dalla forza di Interalpin e dalle potenzialità di una regione alpina forte e dinamica. Il Tirolo registra oltre 45 milioni di pernottamenti l’anno (dati statistici Tirolo). Ecco perché alcuni soggetti chiave come Doppelmayr, Leitner, Technoalpin o il gruppo MDN si sono stabiliti con le loro filiali proprio nel Tirolo e nei dintorni. «Questo fattore crea a sua volta un terreno decisamente fertile per il continuo sviluppo della fiera di settore - sottolinea Mayerhofer - Grazie al contatto diretto con gli operatori, Interalpin è diventata uno dei motori principali del settore. Il Congress Messe Innsbruck è fiero della collaborazione e della fiducia reciproca con l’industria funiviaria. E siamo lieti di poter presentare tutte le novità del settore in occasione della  nostra fiera»

Tre giornate di novità tra 650 espositori ma non solo…
In occasione di Interalpin più di 650 espositori internazionali presenteranno le novità e le innovazioni più assolute per l’intera industria funiviaria, per le strutture per lo sviluppo delle aree di alta montagna, per le aziende che si occupano di innevamento artificiale e servizi invernali, per i servizi alpini di sicurezza e di salvataggio, nonché per tutte le industrie del settore alpino. «La forte vicinanza dell’antico centro storico di Innsbruck e del centro fieristico alle moderne aree sciistiche del Tirolo e alle zone produttive è unica al mondo -afferma il responsabile del progetto Interalpin Stefan Kleinlercher (nella foto qui a destra) - Chi visita la nostra fiera può sfruttare  il soggiorno non soltanto per gli scopi professionali ma anche anche per realizzare bellissime escursioni».

Turismo estivo e trasporto urbano quali prospettive per il futuro
Oltre all’ampia offerta per le attività invernali, già da tempo si è consolidato in Interalpin un secondo forte filone relativo alle attività estive sul territorio alpino. Spiega Kleinlercher: «È già da oltre dieci anni che ci occupiamo anche delle soluzioni per sfruttare al meglio le destinazioni di montagna anche in estate. Già da allora sono stati avviati per la prima volta progetti concreti anche su ampia scala». Con il tempo è apparsa in fiera una vasta gamma di servizi sul tema-estate. Ed eccone il motivo: in estate il Tirolo registra oltre 20 milioni di pernottamenti, secondo quanto riportato dai dati statistici della regione. Si tratta di numeri che bisogna assecondare e incentivare. E poi c’è un altro settore  emergente che sta reclamando sempre di più l’impegno degli operatori: il trasporto urbano. Gli sviluppi e le tendenze di questo importante segmento produttivo stanno acquisendo una rilevanza sempre maggiore anche presso la fiera Interalpin. «I fornitori di servizi e i classici espositori di Interalpin – dice Kleinlercher - sono concordi nella necessità di sostenere lo sviluppo del passaggio dal trasporto verticale al trasporto orizzontale». E anche in questo campo la sostenibilità e le tecniche efficienti in termini di risparmio di risorse saranno sempre più spesso al centro delle questioni.

Continua a crescere la dimensione internazionale
Per via dei grandi eventi di sport invernali in Cina e in Corea del Sud, ad Interalpin 2017 ci si attende un aumento delle presenze di operatori asiatici. «Per la prima volta - svela Kleinlercher - saremo lieti di ospitare espositori dalla Cina e dall’Iran».  E poi il viaggio di Interalpin l’anno scorso negli Stati Uniti è la prova che i tirolesi non sono soltanto degli eccellenti padroni di casa: il Congress Messe Innsbruck (CMI) ha avuto l’onore di entrare a far parte dell’associazione americana delle destinazioni di montagna (NSAA) come membro cooptato. «Per questo - continua Kleinlercher – Interalpin ha preso parte anche alla National Convention and Trade Show itinerante del NSAA con uno stand espositivo. Ora non vediamo l’ora di accogliere gli americani a Innsbruck». Per la 21a edizione di Interalpin 2017 è previsto l’arrivo a Innsbruck di oltre 23.000 operatori professionali.
www.interalpin.eu