Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Leitner Ropeways - MontagnaOnline.com

Leitner Ropeways

Category: Portfolio Created: Sabato, 24 Settembre 2016 08:27 Hits: 532
Rate this article

Alta tecnologia e innovazione
dai piccoli ai grandi impianti

Anche per l’inverno ormai imminente l’azienda di Vipiteno si presenta sulle nevi italiane con una serie di nuove realizzazioni dal Nord al Sud del nostro Paese caratterizzate da soluzioni sempre più avanzate e costantemente orientate a soddisfare al meglio le esigenze della committenza con interventi di miglioramento dell’offerta. Ma accanto alle opere più importanti e impegnative, quest’anno riveste una rilevanza particolare anche l’impegno riservato ai «dorflift», le «sciovie di paese» che possono diventare un fondamentale veicolo di base per la promozione dello sci

Dopo anni difficili sembra che il volano dell’economia abbia iniziato a girare nuovamente portando una ventata di aria fresca e di nuove opportunità anche al circo bianco italiano. L’annata 2016/17 prevede grandi novità e primati dalle Alpi agli Appennini. Forti del sostegno delle istituzioni, sulle Dolomiti si è dato, ad esempio, slancio e rinnovato fulgore agli impianti di paese, i cosìddetti «Dorflift». Incentivare i bambini e i neofiti della neve ad appassionarsi allo sci così da proiettarli fin da subito verso il mondo dei grandi comprensori è l’obiettivo a cui si punta con il rilancio di questi impianti. Ma oltre a queste installazioni strategicamente importantissime ma tecnicamente «minori», altre opere di ben altro spessore tecnologico sono pronte per il prossimo inverno. Vediamo…

Storico ritorno allo Ski
Center Latemar con«un ibrido» ultratecnologico
Era il 1984 quando ad Obereggen la ditta Leitner realizzava, ideato e prodotto al 100% a Vipiteno, il suo primo impianto a collegamento temporaneo. Dopo più di trent’anni Leitner Spa torna vincente a Nova Ponente (Bolzano) con il Telemix «TMX Laner», impianto di altissimo contenuto tecnologico dotato di seggiole a sei posti e cabine ottoposti che garantisce comfort e sicurezza per tutte le categorie d’utenti con una potenzialità di trasporto di 3000 p/h.
 
Le prime seggiovie «otto posti»
al Piz Sella e a Racines
Offrire soluzioni collaborando all’ottimizzazione dell’offerta: questo l’impegno che Leitner persegue costantemente con i suoi clienti. Ecco due casi emblematici. Per sostituire una precedente sciovia a fune alta, la società Piz de Sella Spa segna una svolta nel proprio parco impianti con la seggiovia automatica ad otto posti carenata «CD8C Gran Paradiso», la prima in Italia dotata anche di riscaldamento dei sedili. Insieme all’impianto «CD8C Enzian» fornito alla Ratschings –Jaufen GmbH comporrà una coppia di installazioni da primato: non solo sono le prime «ottoposti» nel nostro Paese bensì anche le prime dotate di seggiole ultramoderne Leitner Premium Chair, vero e proprio highlight grazie al loro design in stile automobilistico e ai rivestimenti in vera pelle.

Cabinovia dieci posti alla Plose
e tanti «dorflift» in tanti paesi
Dopo l’addio alle due seggiovie Skihuette e Pfannspitze, alla Plose si fa spazio alla nuova «GD10 Pfannspitze» che con le sue cabine da  dieci posti rinnova radicalmente l’offerta sulla montagna brissinese a guida della famiglia Marzola. Sempre in Alto Adige, tre nuove sciovie sono parte del progetto di rinnovo degli impianti di paese. Più precisamente sono in realizzazione le sciovie «SL1 Bergerlift» della Berg Lifte GmbH a Campo Tures, «SL1 Gasse» della Freizeit Sport Ridnaun – konsortial Gmbh a Racines e «SL1 Weissenbach» della Skiresort Weissenbach GmbH a Rio Bianco. La prima e quest’ultima ambedue realizzate in Valle Aurina.

Giro del Sella più facile
con la cabinovia Arabba-Portados
Giro del Sella nel senso orario più accessibile a tutti grazie all’investimento della SOFMA spa che ha incaricato Leitner di realizzare la nuova «GD8-10 Arabba Portadoss» che permetterà ai meno esperti di proiettarsi verso il Pordoi senza dover affrontare l’impegnativo tratto di pista iniziale a Porta Vescovo. L’impianto è dotato di veicoli inizialmente caratterizzati da una capienza di otto passeggeri seduti che potrà essere estesa a dieci grazie alle sedute ribaltabili.

Una staffetta di cabinovie
per la famigliare Bellamonte
Due cabinovie dieci posti in sostituzioni delle precedenti seggiovie alla S.I.T. Bellamonte: «GD10 Castelir – Le Fassane» e «GD10 Le Fassane – La Morea». Veicoli chiusi dai colori accattivanti per il giovane pubblico ad eliminazione del rischio cadute. Un comprensorio a misura di famiglia proiettato alle esigenze dei più piccoli. I due impianti saranno tecnicamente tra di loro indipendenti ma, grazie ad una stazione intermedia, sarà possibile accoppiarli per garantire un unico tragitto all’utenza da valle fino all’ultima stazione di monte. Quando inserita, la stazione intermedia prevedrà gli imbarchi e gli sbarchi sui tratti rettilinei paralleli alla linea.

In Friuli rinasce «ex novo»
la stazione di Pradibosco
Importante investimento anche per la Comunità Montana della Carnia che tramite pubblico bando ha affidato chiavi in mano al gruppo vipitenese il restyling completo della piccola stazione invernale di Pradibosco: una sciovia a fune alta, un tappeto e l’impianto d’innevamento per una soluzione all-round. Dai primi passi sulla neve alla conduzione degli sci lungo i pendii innevati quale fucina per i futuri utenti dei grandi comprensori della regione Friuli Venezia Giulia.

Nuove installazioni al Nord
ma non soltanto al Nord…
L’importante investimento del Comune di Castel di Sangro (L’Aquila) vede Leitner attore principale nella realizzazione delle due cabinovie automatiche dieci posti «GD10 Pizzalto – Macchione – Gravare» e la «GD10 Gravare – Toppe del Tesoro». La prima, collegando direttamente le tre località dalle quali prende nome, consente un sensibile miglioramento della funzionalità di trasporto locale a servizio del bacino sciistico consentendo la riduzione del traffico su gomma per gli spostamenti degli utenti e migliorando l’accessibilità complessiva. La seconda linea è invece dedicata interamente al miglioramento dell’infrastruttura funiviaria dedicata al campo sciabile.Significativo è anche il segno inciso dalla Leitner a Cappadoccia (L’Aquila) dove, dopo alcuni anni di mancato esercizio del comprensorio, il Comune investe nel rilancio con una seggiovia fissa biposto: la «CF2 Camporotondo – Monte Cesa». Prosegue poi lo storico rapporto con la famiglia Lallini che con la Campo Felice Spa investe a Rocca di Cambio in una nuova quadriposto fissa «CF4 Campo Felice – Quota». L’impianto è dotato di stazione motrice rinnovata con un new concept nella distribuzione e piazzamento dei componenti in sala macchine per un’ottimizzazione della costruzione già consolidata ed affidabile. Con la sciovia «SL1 Della Faggeta» Leitner conclude la sua offerta delle new entry sul territorio nazionale. Disponibilità e versatilità fanno sì che la ditta vipitenese possa confermarsi leader del settore: dalla semplice sciovia all’impianto ultratecnologico con le sedute riscaldate e rivestimenti in pelle per una sensazione di comfort impareggiabile.
www.leitner-ropeways.com