Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Leitner Ropeways - MontagnaOnline.com

Leitner Ropeways

Category: Portfolio Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27 Hits: 270
Rate this article
 
Lavori in corso per la nuova GD10 Vauz-Pordoi

Novità e progetti
con il vento in poppa

L’inverno 2017/18 terrà a battesimo molte nuove realizzazioni dell’azienda di Vipiteno in molte località italiane, tra le Alpi e gli Appennini. Il nuovo impianto al Piz Seteur con le nuove cabine e la stazione nel design di Pininfarina è un concentrato avanzatissimo di tecnologia e design. Interventi importanti anche al Pordoi, in Val Badia, a Plan de Corones e a Campo Imperatore. Cabinovie e seggiovie di grandi portate e dai contenuti tecnici sofisticati ma senza dimenticare di dedicare attenzione ai «dorflift», i piccoli impianti di paese. E pensando già agli impegni per il prossimo futuro in un clima positivo per il rilancio dell’impiantistica funiviaria

Anche quest’anno in Italia si respira una ventata di novità nel mondo degli impianti a fune. La brezza ha iniziato a spirare un paio di anni orsono e le previsioni assicurano un rinforzo grazie ai diversi aiuti provenienti dall’ambito pubblico, sia nazionale sia locale, nonché ai contributi internazionali per importanti eventi come i Mondiali di sci alpino «Cortina 2021».

Design Pininfarina per la nuova
cabinovia «Piz Seteur»
In Valgardena il Piz Seteur nel 2017 regalerà molte novità con la sostituzione della precedente CD4C: due GD10 per una super portata di 3600 p/h inizialmente prevista a 3.450 p/h. Il precedente tracciato rettilineo è stato abbandonato prevedendo una stazione ad angolo nella quale saranno installate le motrici dei due tronchi di risalita. L’impiego del Leitner DirectDrive conferma il gradimento della clientela per il know-how di Leitner ropeways. Nuove cabine nominate Symphony 10 e copertura firmata Pininfarina nella stazione intermedia con nessuno sconto al design e alla qualità d’immagine non meno importanti delle ormai affermate soluzioni tecniche impiegate. Primo impiego in Italia della copertura new style e primo a livello mondiale delle nuove cabine per un impianto da vero primato. Il major focus dell’intervento è stato lo studio progettuale della stazione terminale di valle. In considerazione del significativo numero dei passaggi, si è voluta analizzare una soluzione che potesse soddisfare nel pieno comfort la domanda di trasporto. Con la realizzazione di un girostazione innovativo «allargato», si prevedono in stazione ben 6 veicoli (con portata massima di progetto) a porte aperte. Grazie all’ampio raggio variabile studiato per il girostazione (si configurerà dall’alto come un’ampolla) si minimizzerà la velocità così da agevolare al massimo l’imbarco e lo sbarco a tutte le categorie di utenti.  Un magazzino automatico faciliterà le attività di rimessaggio dei veicoli in fase di fuori servizio.

La cabinovia del Pordoi all’insegna del risparmio energetico
Al Pordoi si salirà in cabinovia! Dopo diverse complicazioni burocratiche che hanno ritardato i tempi autorizzativi, è in fase di realizzazione per la prossima stagione invernale la nuova cabinovia GD10 con cabine Diamond X-Line: più spazio e sci direttamente in cabina. Massima attenzione al risparmio energetico e al contenimento delle emissioni acustiche grazie all’impiego del motore diretto Leitner DirectDrive. In occasione della scadenza di revisione generale della precedente CD4C Vauz – Pordoi, la Società Pordoi S.p.A. ha optato per l’investimento con la sostituzione dell’impianto a garanzia del massimo comfort di viaggio. Incremento di portata a 3200 p/h e riduzione dei tempi d’attesa sono assicurati per gli appassionati del giro del Sella e non solo.

La seggiovia esaposto come nuovo gioiello di Plan de Corones
Leitner ropeways riprende la collaborazione con la Kronplatz AG grazie alla fornitura della nuova CD6 Sonne in sostituzione della precedente seggiovia quadriposto a collegamento temporaneo. Una sei posti carenata con cupole trasparenti ed imbarco a 90° per una risalita a cinque stelle. Un ulteriore investimento per il sempre più esclusivo comprensorio del «gallo delle nevi».

Una fase del montaggio della seggiovia CD6
Biok in Val Badia

In Val Badia continua uno storico rapporto di collaborazione
71 anni di reciproca stima e 73 impianti commissionati. Anche quest’anno si è confermato lo storico legame tra la Grandi Funivie Alta Badia AG e la ditta Leitner: CD6 Biok a La Villa, new entry per il 2017. La nuova seggiovia a collegamento temporaneo esaposto garantirà una portata fino a 2800 p/h. Grande attenzione ai giovani utenti grazie all’installazione di chiusure bloccabili a limitazione del rischio di caduta dall’alto.

La seggiovia di Campo Imperatore nell’ambiente naturale del Gran Sasso
Dopo tre anni dalla gara d’appalto finalmente vedrà la luce a Campo Imperatore una nuova seggiovia a collegamento temporaneo esposto a veicoli aperti. Il Centro Turistico Gran Sasso, società controllata del Comune dell’Aquila, ha definitivamente chiuso il complesso iter burocratico d’aggiudicazione «chiavi in mano» dell’impianto alla ditta vincitrice di Vipiteno. Grande attenzione all’inserimento ambientale dell’infrastruttura che prevede le stazioni collocate in edifici chiusi dedicati che offriranno la massima protezione al vento e alla neve. Soluzione strategica che renderà più semplice la gestione e la manutenzione dell’impianto in considerazione delle particolari condizioni meteo che caratterizzano la zona.

Sciovie a misura di paesi e una funicolare da far rivivere
Anche quest’anno in Alto Adige grande attenzione agli impianti di paese: «i Dorflift». Grazie al sostegno pubblico della provincia di Bolzano, in Val Pusteria, a Dobbiaco, si realizzerà la nuova sciovia Trenker mentre a Nova Ponente l’attuale linea scioviaria Deutschnofen sarà sostituita da una di nuova costruzione. Investimenti dalle cifre contenute trattandosi di sciovie ma dal valore incommensurabile in quanto vere e proprie fucine di giovani utenti e futuri campioni. Su un altro fronte si è dato il via alla cantierizzazione del rinnovo della storica funicolare di San Pellegrino Terme. Un salto indietro nel tempo fino ai primi del ‘900: le stazioni in stile liberty rimesse a nuovo splendore celeranno il know how tecnologico a firma Leitner ropeways degli argani e sistemi di controllo. Veicoli da 25 persone per un’esperienza d’altri tempi.

2017 ma non solo: ecco alcuni progetti in cantiere per il prossimo anno
Un passo importante è previsto per l’offerta invernale del vicentino sarà il primo impianto a collegamento temporaneo nel comprensorio delle Melette. Vincitrice dell’appalto bandito dal Comune di Asiago, Leitner ropeways realizzerà nel 2018 una seggiovia automatica a sei posti: CD6C Busa Fonda a rilancio dell’altopiano dei sette comuni. Dopo anni d’assenza Leitner ropeways tornerà anche a Falcade con il rinnovo della sciovia Le Buse. In sostituzione del vecchio impianto, la nuova installazione entrerà in servizio nella stagione invernale 2018/19. Tutto ciò a confermare che il gruppo di Vipiteno si è consolidato al timone e che il vento è in assestamento nel quadrante giusto per un’imminente virata definitiva verso importanti investimenti a rinnovo del comparto funiviario italiano.
www.leitner-ropeways.com