Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Mnd Sono «made in Italy» i tappeti della multinazionale francese - MontagnaOnline.com

Mnd Sono «made in Italy» i tappeti della multinazionale francese

Category: Portfolio Created: Domenica, 29 Gennaio 2017 10:12 Hits: 522
Rate this article
 


È stata concentrata nella sede italiana di Gussago la produzione dei nastri trasportatori LST che stanno conquistando molti clienti in Europa e nel mondo grazie alla efficiente rete commerciale del gruppo e grazie alla qualità dei prodotti, caratterizzati da contenuti tecnologici innovativi nella meccanica di funzionamento e da una nuova copertura in alluminio e policarbonato molto semplice da montare

Per la stagione 2017/2018 l’intera produzione dei tappeti LST sarà affidata a LST Italia e già da alcune settimane i primi tappeti sono usciti dalla sede di Gussago con destinazione il mondo. Questa prima annata si profila con dei risultati che rispettano completamente quelli che erano gli obiettivi prefissati. Ad oggi si sono raccolti ordini per la realizzazione di 27 tappeti.  Questo risultato è stato ottenuto grazie anche al lavoro delle 8 filiali del gruppo MND e dei diversi distributori locali. La soddisfazione per questo successo nasce anche dalle diverse nazioni di destinazione dei tappeti venduti. Alcune settimane fa sono partiti i primi due tappeti «americani» che saranno montati a Waterville Valley e quasi in contemporanea hanno cominciato il loro lungo viaggio i due tappeti venduti in Giappone. Si devono poi aggiungere i: sette venduti in Francia, quattro in Finlandia, tre in Belgio, uno in Svezia, uno in Norvegia, uno in Cecenia, due in Russia, uno in Spagna e tre in Italia. La particolarità dei tappeti francesi, è che saranno tutti quanti forniti comprensivi di galleria.
I tre tappeti consegnati in Belgio sono stati invece acquistati dalla proprietà di un nuovo Skidome Aspen che è stato realizzato a Wilrijk, vicino ad Anversa. Oltre ai tre tappeti, LST ha fornito anche una una sciovia a fune bassa modello Bamby Kid.
Lst Italia non si sta però concentrando solo nella produzione dei tappeti già ordinati dai clienti, contemporaneamente sta cercando e sviluppando nuove soluzioni per migliorare di continuo i propri prodotti. I tre tappeti «italiani» infatti saranno già dotati di un nuovo tipo di piano di scorrimento del nastro. Questa novità (già brevettata), ha lo scopo di migliorare lo scivolamento del nastro sulla superficie, riducendo l’attrito. Questa soluzione permette di ottenere un duplice obiettivo: maggior semplicità e rapidità nei montaggi, ma soprattutto un minor consumo di energia. I tecnici di LST stanno lavorando su altre innovazioni da introdurre sui futuri tappeti che usciranno dai capannoni di Gussago (BS), nel 2018. Non solo novità nei tappeti, Lst propone anche una nuova tipologia di galleria per nastri trasportatori. Questa nuova copertura è progettata e prodotta in esclusiva per LST dalla società Idderman. La struttura in alluminio e policarbonato, consente una luminosità interna perfetta e un’ottima visione del panorama esterno. Ogni modulo della galleria è lungo 3 metri, ed è suddiviso in tre parti: il tetto e i due lati. Questa caratteristica consente di semplificare il montaggio e di ridurre al minimo i costi di manutenzione. Se un pannello in policarbonato si dovesse danneggiare, la sua sostituzione sarà più facile ed economica rispetto a quella delle gallerie i cui moduli sono composti di un’unica grande lastra in policarbonato.  Anche questa novità persegue l’obiettivo che si è posta LST Italia: innovare per semplificare e velocizzare il montaggio, riducendo i costi di esercizio e di manutenzione.
www.lst.eu