Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

SUNKID Protagonista tutto l’anno il tappeto magico più veloce e originale della Svizzera - MontagnaOnline.com

SUNKID Protagonista tutto l’anno il tappeto magico più veloce e originale della Svizzera

Category: Portfolio Created: Venerdì, 25 Maggio 2018 16:50 Hits: 233
Rate this article
 

Nella località elvetica di Gryon, l’azienda austriaca di Imst ha installato un nastro trasportatore di 162 metri che trasporta gli utenti alla velocità massima di 1,2 metri/secondo. Dotato di un'originale galleria in legno che offre protezione dalle intemperie grazie al tetto a due spioventi, l’impianto sostituisce due skilift ed è diventato il fulcro delle attrazioni di un parco dei divertimenti attivo sia in inverno che in estate

A Mountain Planet
con un «pieno» di novità
Il Mountain Planet di Grenoble (Francia), ha rappresentato un grandissimo successo per Sunkid. Sin dal primo colpo d'occhio, non solo le dimensioni dello stand di Sunkid (senza precedenti) sono risultate evidenti per tutti, ma anche il nuovo design dell’installazione, aperto ed estremamente godibile. Al centro di questo accattivante contesto i dipendenti di Sunkid hanno potuto accogliere molti visitatori interessati presentando numerose novità. Il personale di Sunkid in Francia sarà consolidato da Remi Mithieux, futuro responsabile della divulgazione di tutti i progetti di Sunkid, compresi processi di gestione dei progetti. Un grande interesse è stato suscitato anche dal primo corrimano motorizzato per il tappeto magico, dalla pista per biglie e dell'enorme apparecchiatura realizzata in legno e consegnata direttamente al nuovo proprietario Champ du Feu (Alsazia / Francia) dopo la fiera. I visitatori hanno dimostrato interesse anche per le due nuove attrazioni estive, X-Raycer e Traceboarding, che sono state presentate per la prima volta in Francia. L'equipe di Sunkid è stata particolarmente soddisfatta dei progetti conclusi nel contesto fieristico, come ad esempio la vendita di un Butterfly Family Ride a Chamonix o i dettagli finali di un grandioso progetto di tappeto magico di 114 metri con una speciale tettoia per la galleria nel Massif des Brasses.  

Sono molteplici le misure adottate per consentire alla località turistica di Gryon-Frience (Svizzera) di accrescere la propria attrattiva durante tutto l'anno. A fare da chiave di volta di questo successo è il tappeto magico di Sunkid che, con i suoi 162 metri di lunghezza, una velocità di trasporto di 1,2 metri/secondo ed una galleria in legno ed un tetto a due spioventi, riveste un ruolo fondamentale. Dopo un'approfondita consultazione tra i responsabili del settore turistico e Sunkid-Borer GF Axel Halder è stato realizzato un piccolo, ma raffinato parco divertimenti che offre attrazioni per tutti nel periodo estivo ed invernale. È stato anche ricavato un laghetto e, con il relativo materiale di sterro, è stata sollevata di due metri la stazione montana dell'impianto di convogliamento ed adattata la pista circostante. Si è sviluppata una struttura paesaggistica completamente nuova che ha consentito di rinunciare ad entrambi i precedenti skilift. Il laghetto ottenuto a questo punto sarà utilizzato in inverno come area di accumulo e in estate come area balneabile.  In inverno il tappeto magico rende anche accessibile su un lato una pista da Tubing, mentre sull'altro lato viene utilizzato come pendio da esercitazioni per i principianti. Per l'estate sono già previste altre attrazioni che garantiscano il pieno sfruttamento del tappeto magico per tutto l'anno. Le consultazioni relative a questo progetto si sono protratte a lungo perché i responsabili desideravano un nastro trasportatore per persone, ma privo di gallerie standard in plexiglas. Per questa esigenza il progetto era già stato messo in archivio. E così è stato fino al momento in cui il responsabile del settore turistico Eric Chabloz non ha scoperto nel dépliant di Sunkid-Borer una galleria in legno che gli è piaciuta sin dal primo istante. «La struttura con il suo tetto a due spioventi – dice Chabloz -  mi ricorda il ponte pedonale coperto di Lucerna». Dopo una visita a Serfaus (Austria), dove si trova già una galleria realizzata da Sunkid con fattezze simili, il dado era definitivamente tratto. Il progetto è stato approvato all'unanimità e realizzato.
www.sunkidworld.com