Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Gallery 3 Columns - MontagnaOnline.com

Tag: Fiere Convegni

Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27
Hits: 224
Category: Portfolio
Tags: Fiere Convegni
L'assemblea generale 2017 di ANEF è in programma giovedì 18 e venerdì 19 maggio, a Forte dei Marmi (Lucca).
Gli incontri prevedono una parte "Privata" riservata a Voi Soci, ed una parte "Pubblica" alla quale saranno invitati importanti esponenti del mondo politico, economico e turistico nazionale.
* Per maggiori informazioni e iscrizioni contatta la segreteria ANEF a l link Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.anef.ski

Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27
Hits: 350
Category: Portfolio
Tags: Fiere Convegni
Il congresso funiviario mondiale dell'OITAF, previsto ogni sei anni, si svolgerà a Bolzano, la prima volta in Italia,
dal 
6 al 9 giugno 2017.
Il programma è suddiviso nei 4 argomenti fondamentali:
• sviluppo degli impianti a fune in ambito urbano e turistico
• tecnica funiviaria pura, esercizio degli impianti a fune
• aspetti tecnici ed economici
• sostenibilità degli impianti a fune.
Sarete senz'altro attratti dalla varietà dei temi. Noi ci rallegriamo per un congresso estremamente interessante che segnerà un riferimento per il futuro del mondo funiviario. Per ulteriori informazioni, per il programma degli accompagnatori, per l'iscrizione rivolgersi al sito 
www.OITAF2017.com

Martin Leitner, presidente

Il programma completo



Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27
Hits: 178
Category: Portfolio
Tags: Fiere Convegni
A Prowinter l’inverno
si sposa con l’estate

L’idea di promuovere la montagna «all seasons», con uno sguardo a 360° gradi sulle opportunità turistiche e sportive delle «terre alte», è maturata e cresciuta negli ultimi anni conferendo un nuovo e più completo profilo al salone che quest’anno vivrà la sua 17a edizione dal 19 a 21 aprile presso i padiglioni di Fiera Bolzano. Per questo, dopo il positivo esordio del 2016, è confermatissimo il Probike Shop Test riservato alle mountain bike accanto ai marchi e agli espositori degli sport invernali. Confermatissimo anche lo Startup Village dedicato alle innovazioni tecnologiche, i work shop e gli eventi di approfondimento che fanno della fiera internazionale «B2B» per il noleggio, le attrezzature e le tecnologie degli sport di montagna un’occasione importante di incontro e confronto tra gli operatori del settore

I numeri dicono che nel 2016 Prowinter ha visto la partecipazione di 278 espositori (107 dall’estero) e, tra i padiglioni e gli stand distribuiti su un’area di 15 mila metri quadrati, ha accolto 5700 visitatori professionali di cui il 28,2% ha effettuato ordini di acquisto per prodotti e servizi presso le aziende e i marchi presenti alla rassegna.  Non c’è da dubitare che anche per l’edizione in programma quest’anno presso Fiera Bolzano dal 19 al 21 aprile questi numeri possano essere confermati e superati, sull’onda di una crescita di interesse per la «Fiera Internazionale del noleggio, delle attrezzature e delle tecnologie per gli sport di montagna» che ha saputo arricchirsi di nuove proposte e di nuovi sguardi, seguendo l’evoluzione dei tempi. Prowinter è nata da un’idea del vulcanico Erwin Stricker, il «cavallo pazzo» della Valanga Azzurra scomparso prematuramente nel 2010, che nella nuova veste di imprenditore nel ramo del noleggio di attrezzature per lo sci indossata una volta conclusa la carriera agonistica, aveva pensato di offrire al mondo degli sport invernali un appuntamento a conclusione della stagione per  fare il punto sul mercato, consentire bilanci e programmare il futuro presentando i prodotti-novità per la stagione successiva. Negli anni, sulla base di questa ispirazione originaria, l’occasione di incontro per operatori professionali si è arricchita di molte iniziative, consolidando il proprio ruolo di piattaforma espositiva e di confronto dedicata agli addetti ai lavori, con le ultime novità e i protagonisti del settore. Ma, negli anni, Prowinter ha anche ampliato il proprio sguardo  uscendo dalla «monocultura invernale» per abbracciare il progetto di una rappresentazione totale della montagna con le sue opportunità turistiche e sportive da vivere tutto l’anno, sia in inverno come in estate. E oggi la fiera continua sulla strada intrapresa per raggiungere l'obiettivo di convergenza verso una gestione integrale, da estendere alla doppia stagionalità estate/inverno e puntare a un turismo a 360°, funzionale ai cambiamenti di mercato e a correggere l'asimmetria temporale che pesa sugli operatori, ma anche sui canali di commercializzazione. Proprio per questi motivi Prowinter si presenta nel 2017 come business days per la neve, la bicicletta e l'innovazione in montagna. Questo concetto viene ripreso anche nel nuovo key visual, elaborato appositamente per le prossime edizioni, che illustra questa tendenza e il suo sviluppo mostrando sullo sfondo l'esperienza del «Mondo della Montagna» nella sua completezza e non più solo la neve.Così oggi accanto alle attrezzature tecniche, all’abbigliamento e agli accessori per gli sport invernali (dallo sci alpino al fondo, dal freestyle allo snowboard),  insieme ai macchinari e ai servizi per il noleggio, tecnologie e impianti per le stazioni di montagna Prowinter Bike dedica un ampio spazio alle bici  e agli accessori per la pratica mountain bike.

Prowinter Bike: la montagna da vivere su due ruote
L’evento Test Bike diventa un settore espositivo di Prowinter 2017 perfettamente integrato nel Padiglione C, lo stesso in cui esporranno le aziende del mondo neve. L’area consisterà di stand espositivi preallestiti o spazi vuoti per gonfiabili, in cui verranno presentate le gamme di prodotti dedicate al bike rent, oltre ad un trail per le prove materiali esterno ai padiglioni della fiera, e il Bike Café per incontri e presentazioni. L’iniziativa ha già riscosso vasti consensi lo scorso anno presso gli operatori del settore come testimonia Matteo Zen di Advantage (Austria): «L'idea di allargare la gamma merceologica anche al settore Bike e agli sport estivi è particolarmente strategica, in quanto chi ama la montagna non lo fa solo sei mesi l'anno, bensì nel corso di tutte le stagioni. La fiera è un momento molto importante nel panorama alpino e ho notato piacevolmente che tra i visitatori delle nostre aziende austriache ci sono stati diverse aziende provenienti da regioni del nord-ovest dell'Italia, come il Piemonte, la Lombardia e la Valle d'Aosta»

Nuovi genietti crescono e fondano nuove imprese
A Prowinter l’innovazione è di casa: nel ricco programma di appuntamenti, in cui trovano spazio le tradizionali premiazioni di fine stagione dei migliori atleti, uno spazio importante è dedicato alle giovani startup ed alle loro nuove idee per il futuro degli sport di montagna. A Prowinter è possibile infatti incontrare operatori qualificati del settore, scoprire le proposte di prodotti e servizi offerti dal mercato e trovare partner, realizzare progetti, curare e ampliare la rete di contatti professionali. Lo Startup Village è lo spazio riservato di Prowinter dove vengono presentate le più recenti invenzioni in cerca di utilizzo e affermazione.  Come Ice Key, Realer e Snowcookie.
Ice Key TAG è un innovativo dispositivo «salvavita» semplice ed efficace da utilizzare. È pensato e realizzato per coloro che, durante un’attività sportiva, vogliano sentirsi sicuri che, in caso di necessità, possano essere acquisite le loro informazioni essenziali per attivare un rapido soccorso o un diretto intervento sanitario e per avvertire immediatamente le persone più care. Inventato da Roberto Simonelli, Ice Key TAG si presenta sotto forma di adesivo resinato in PVC, con biadesivo ad alta tenuta, 
impermeabile, resistente agli urti, alla polvere ed ai raggi solari, posizionabile sui caschi, indumenti, attrezzature, dotato di velcro per essere ri-posizionato.   
 
Ice Key TAG trova la sua massima applicazione e funzionalità «in caso di emergenza» al fine di poter 
consentire l’immediato riconoscimento di un ferito, di apprenderne i dati anagrafici e soprattutto di conoscerne i dati clinici (gruppo sanguigno, allergie, terapie in corso, malattie, ecc.).
Realer è un’azienda fondata da tre amici, due altoatesini (Bruno Mandolesi e Alexander Egger) e un padovano (Riccardo Stecca) che offre servizi di sviluppo di realtà virtuale, sistemi interattivi, realtà aumentata e corporate design. Un progetto che parla altoatesino: è stato infatti incubato da IDM Südtirol-Alto Adige, l’azienda speciale della Provincia e della Camera di Commercio di Bolzano che punta allo sviluppo dell’innovazione sul territorio. IDM accompagnerà così Realer già dai primi passi: una startup appena fondata e già incubata, pronta a trasferirsi, nel 2017, nel NOI, il nuovo parco innovativo in fase di ultimazione a Bolzano Sud. «L’idea ci è venuta circa un anno fa – spiega Mandolesi, CEO dell’azienda da poco costituita – quando ci siamo accorti che la realtà virtuale e soprattutto i dispositivi che permettono di decifrarla erano finalmente pronti per il mercato di massa. Abbiamo così fatto i primi prototipi e progetti, e anche il primo test: quello con la Croce Bianca altoatesina, una simulazione di emergenza che ci ha fatto capire come fossimo sulla strada giusta».
Snowcookie è un sistema rivoluzionario di miglioramento sciistico composto di tre pezzi: un sensore centrale da portare sul torace in forma di medaglione e due sottili sensori esterni da montare sugli sci. Utilizzando una combinazione di «in-device tech» e «app-link» sullo smartphone, Snowcookie porterà le conoscenze e le competenze sulla propria sciata e la progressione di perfezionamento a livelli mai visti prima. Snowcookie è stato sviluppato in collaborazione con Intel ed ha una potenza notevole che lo distingue in maniera chiara e precisa da altri sistemi. Snowcookie offre anche il coaching on-the-fly, che viene inviato all’utente tramite le cuffie dello smartphone o la sincronizzazione con altri dispositivi compatibili come Recon Snow2 Google, fornendo allo stesso tempo un sistema integrato di monitoraggio della fatica. Inoltre, la modalità «competizione» di Snowcookie consente di collegare e paragonare sé stessi non solo con i tuoi amici su-collina, ma anche altri sciatori di tutto il mondo.


Nasce Prowinter Observatory on sport rental business
Il settore del noleggio sportivo, in particolare delle attrezzature per lo sci, è una realtà consolidata e in costante crescita. Nel corso degli anni la sua espansione ha modificato il comportamento degli appassionati con evidenti ripercussioni sul mercato. Non sono mancate problematiche e attriti tra i diversi attori nello scenario, produttori e noleggiatori, e la mancanza di una approfondita e continua comunicazione tra le parti ha senza dubbio creato elementi di disarmonia e di discontinuità. L’istituzione di un osservatorio permanente sul settore, con il compito di studiarne le dinamiche, conoscerne i numeri, recepirne le istanze e favorire gli scambi ai massimi livelli è una prima risposta.
Fiera Bolzano, con Prowinter, è promotore dell’iniziativa e invita le aziende di produzione e di importazione del mondo dello sci, nonché le catene di noleggio e i singoli operatori sul territorio, a prendere parte a questo progetto e contribuire attivamente ad un monitoraggio del settore auspicabile quanto necessario.
«L’obiettivo di questo osservatorio è quello di favorire la comunicazione, lo scambio di esperienze, l’operatività tra gli attori del mercato sport rental in ambito europeo, con iniziale focus sul segmento sci - afferma Alfredo Tradati, coordinatore del Prowinter Observatory on Sport Rental Business - questa piattaforma è di tipo permanente, con attività di ricerca e produzione dati continua e periodici momenti di incontro e comunicazione esterna tra aziende produttrici, importatori e rivenditori, catene di noleggio organizzate, singoli operatori del noleggio sportivo, anche associazioni ed enti che ne condividono i contenuti sono invitati a partecipare».
Martedì 28 febbraio 2017 si è svolto il primo incontro ufficiale per il mondo del noleggio italiano.

Klimamobility: pensare a una mobilità compatibile
Nella sua crescita e nella sua evoluzione, Prowinter ha maturato la consapevolezza di dover approfondire diverse problematiche legate alla tutela ambientale, allo sviluppo sostenibile, ai mutamenti climatici, a vari aspetti che interessano direttamente la montagna e la sua fruizione. Per questo sono nate iniziative come il Congresso Klimamobility dedicato al tema della mobilità sostenibile che quest’anno si svolgerà giovedì 20 aprile. Nel programma si prevedono gli interventi di accreditati esperti che terranno relazioni su argomenti come «Südtirol update», «Mobilità nelle aree rurali», «La mobilità è un servizio», «Mobilità e turismo», «La bicicletta compie 200 anni». Nella stessa giornata sono previsti diversi workshop. Bastano i titoli per comprendere l’importanza degli argomenti trattati: «Digitalizzazione del trasporto pubblico locale», «Sviluppo sostenibile del territorio». «Il futuro della mobilità nel Sud Tirolo», «Il progetto BrennerLEC» per la creazione di un «corridoio a emissioni ridotte» sulla direttrice del Brennero.
www.prowinter.it

Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27
Hits: 225
Category: Portfolio
Tags: Fiere Convegni
A Innsbruck  batte forte
il cuore delle  tecnologie alpine

Nel capoluogo del Tirolo austriaco si svolgerà dal 26 al 28 aprile la 21a edizione della grande fiera internazionale che nel corso dei decenni si è conquistata il ruolo di vero e proprio «motore» dello sviluppo nel settore dell’impiantistica funiviaria e delle altre produzioni riservate al vasto comparto economico legato al turismo invernale, attorno al quale ruotano ogni anno miliardi di Euro. A questo importante appuntamento partecipano visitatori provenienti da circa 80 Paesi del mondo; qui si incontrano ai massimi livelli «l’offerta» e la «domanda» per progetti di investimento, si confrontano le soluzioni tecnologiche più moderne e avanzate, si prospettano programmi di operatività per il futuro ed emergenti orizzonti di sviluppo quali il trasporto urbano e il turismo estivo. Un appuntamento imperdibile che quest’anno vedrà 650 espositori e la partecipazione di 23 mila operatori professionali

Negli anni ‘70 la grande fiera specializzata in tecnologie alpine che conosciamo oggi era solo un embrione nato da una presentazione di prodotti di dimensione ridotta nell’ambito di un congresso dedicato alle piste da sci. Quell’embrione è cresciuto ed è diventato un gigante. Oltre quarant’anni più tardi, l’Interalpin di Innsbruck si presenta come la fiera internazionale di settore per eccellenza giunta, con la denominazione e la sua struttura attuali, alla 21a edizione in programma del 26 al 28 aprile e che prevede l’arrivo di operatori professionali provenienti da oltre 80 Paesi. Gli organizzatori del Congress Messe Innsbruck (CMI) sono convinti che il carattere fortemente turistico della regione del Tirolo e la presenza di aziende leader del settore nei pressi della sede della fiera potranno creare i giusti presupposti per un ulteriore sviluppo delle relazioni e degli investimenti nel settore degli impianti a fune i cui «numeri», in Austria, parlano chiaro: investimenti per oltre 700 milioni di Euro, quasi 600 milioni di persone trasportate lo scorso inverno e quasi otto miliardi di euro di fatturato lordo per gli utenti del servizio di risalita. Questi sono i risultati delle statistiche aggiornate dell’associazione austriaca degli impianti a fune  che il presidente Franz Hörl  commenta così: «Se pensiamo che nel solo Stato Federato del Tirolo ogni anno vengono investiti oltre 300 milioni di Euro in impianti di risalita, questo ci fa capire quanto sia importante il turismo di montagna in questa regione». Per il Paese con la più alta percentuale di territorio alpino di tutti e otto i Paesi alpini in Europa è un piacere e un dovere ospitare la fiera internazionale specializzata in tecnologie alpine in quella «Capitale delle Alpi» che è Innsbruck.

L’ultima tappa di una storia cominciata quarant’anni fa
Dice il direttore del Congress Messe Innsbruck Christian Mayerhofer (nella foto a destra): «Interalpin è la fiera più internazionale di tutta l’Austria, frutto di uno sviluppo di cui andiamo fieri». Infatti, come abbiamo già accennato, quella che nel 1974 aveva preso il via come presentazione di prodotti di dimensione ridotta nell’ambito di un congresso dedicato alle piste da sci che si teneva a Innsbruck-Igls, si è trasformata nel corso dei decenni in una delle più importanti e richieste fiere di settore di livello internazionale. La percentuale di visitatori internazionali della passata edizione di Interalpin nel 2015 era di oltre il 60% e comprendeva ospiti provenienti da oltre 80 Paesi. Il direttore della fiera individua inoltre nella regione Tirolo una posizione favorevole per l’insediamento di realtà aziendali che trarrebbero vantaggio dalla forza di Interalpin e dalle potenzialità di una regione alpina forte e dinamica. Il Tirolo registra oltre 45 milioni di pernottamenti l’anno (dati statistici Tirolo). Ecco perché alcuni soggetti chiave come Doppelmayr, Leitner, Technoalpin o il gruppo MDN si sono stabiliti con le loro filiali proprio nel Tirolo e nei dintorni. «Questo fattore crea a sua volta un terreno decisamente fertile per il continuo sviluppo della fiera di settore - sottolinea Mayerhofer - Grazie al contatto diretto con gli operatori, Interalpin è diventata uno dei motori principali del settore. Il Congress Messe Innsbruck è fiero della collaborazione e della fiducia reciproca con l’industria funiviaria. E siamo lieti di poter presentare tutte le novità del settore in occasione della  nostra fiera»

Tre giornate di novità tra 650 espositori ma non solo…
In occasione di Interalpin più di 650 espositori internazionali presenteranno le novità e le innovazioni più assolute per l’intera industria funiviaria, per le strutture per lo sviluppo delle aree di alta montagna, per le aziende che si occupano di innevamento artificiale e servizi invernali, per i servizi alpini di sicurezza e di salvataggio, nonché per tutte le industrie del settore alpino. «La forte vicinanza dell’antico centro storico di Innsbruck e del centro fieristico alle moderne aree sciistiche del Tirolo e alle zone produttive è unica al mondo -afferma il responsabile del progetto Interalpin Stefan Kleinlercher (nella foto qui a destra) - Chi visita la nostra fiera può sfruttare  il soggiorno non soltanto per gli scopi professionali ma anche anche per realizzare bellissime escursioni».

Turismo estivo e trasporto urbano quali prospettive per il futuro
Oltre all’ampia offerta per le attività invernali, già da tempo si è consolidato in Interalpin un secondo forte filone relativo alle attività estive sul territorio alpino. Spiega Kleinlercher: «È già da oltre dieci anni che ci occupiamo anche delle soluzioni per sfruttare al meglio le destinazioni di montagna anche in estate. Già da allora sono stati avviati per la prima volta progetti concreti anche su ampia scala». Con il tempo è apparsa in fiera una vasta gamma di servizi sul tema-estate. Ed eccone il motivo: in estate il Tirolo registra oltre 20 milioni di pernottamenti, secondo quanto riportato dai dati statistici della regione. Si tratta di numeri che bisogna assecondare e incentivare. E poi c’è un altro settore  emergente che sta reclamando sempre di più l’impegno degli operatori: il trasporto urbano. Gli sviluppi e le tendenze di questo importante segmento produttivo stanno acquisendo una rilevanza sempre maggiore anche presso la fiera Interalpin. «I fornitori di servizi e i classici espositori di Interalpin – dice Kleinlercher - sono concordi nella necessità di sostenere lo sviluppo del passaggio dal trasporto verticale al trasporto orizzontale». E anche in questo campo la sostenibilità e le tecniche efficienti in termini di risparmio di risorse saranno sempre più spesso al centro delle questioni.

Continua a crescere la dimensione internazionale
Per via dei grandi eventi di sport invernali in Cina e in Corea del Sud, ad Interalpin 2017 ci si attende un aumento delle presenze di operatori asiatici. «Per la prima volta - svela Kleinlercher - saremo lieti di ospitare espositori dalla Cina e dall’Iran».  E poi il viaggio di Interalpin l’anno scorso negli Stati Uniti è la prova che i tirolesi non sono soltanto degli eccellenti padroni di casa: il Congress Messe Innsbruck (CMI) ha avuto l’onore di entrare a far parte dell’associazione americana delle destinazioni di montagna (NSAA) come membro cooptato. «Per questo - continua Kleinlercher – Interalpin ha preso parte anche alla National Convention and Trade Show itinerante del NSAA con uno stand espositivo. Ora non vediamo l’ora di accogliere gli americani a Innsbruck». Per la 21a edizione di Interalpin 2017 è previsto l’arrivo a Innsbruck di oltre 23.000 operatori professionali.
www.interalpin.eu

Created: Mercoledì, 09 Novembre 2016 08:27
Hits: 319
Category: Portfolio
Tags: Fiere Convegni


Comincia un inverno all’insegna
del rilancio e dell’ottimismo

La 23a edizione della grande fiera modenese che si è svolta tra il 29 ottobre e il 1° novembre ha confermato il proprio ruolo di vetrina ufficiale per gli operatori dell’attrezzo tecnico e del turismo invernale nell’imminenza di una nuova stagione. Battuto il record di visitatori dell’edizione precedente; positivo il clima di fiducia che ha attraversato gli stands distribuiti sulla superficie espositiva di 45 mila metri quadrati e le molte iniziative collaterali. Il  mondo della montagna bianca e degli sport invernali attrae sempre e più che mai. Sulla neve soffia sempre forte il vento di una passione che alimenta un comparto economico fondamentale per molti territori montani

A ModenaFiere è calato il sipario sulla 23esima edizione di Skipass. E mentre il salone del turismo e degli sport invernali più longevo d’Italia chiude i battenti, per la Montagna Bianca comincia una nuova stagione all’insegna dell’ottimismo. «L’osservatorio di Skipass segnala un incremento di fatturato e presenze per l’inverno 2016/17», spiega Paolo Fantuzzi, amministratore delegato di ModenaFiere. «Le vacanze in montagna conquistano nuovi clienti dall’estero e le famiglie italiane che preferiscono l’alta quota e la neve alle città europee e alle mete internazionali» 
A confermare il rinnovato interesse per la montagna sono i 90 mila visitatori del Salone (86 mila nel 2015) che hanno affollato il quartiere fieristico di Modena nel ponte di Ognissanti. Skipass, con i suoi 45 mila metri quadrati di superficie, ha tagliato dunque il nastro della stagione invernale. Nei quattro giorni di fiera, il mondo della neve, tra località sciistiche, attrezzatura per gli sport invernali, atleti e professionisti della montagna (dai maestri di sci ai direttori di stazioni invernali, fino alle guide alpine), si è ritrovato a Modena. L’edizione 2016 ha puntato i riflettori su un settore importante dell’economia turistica nazionale favorendo il confronto tra operatori e il dialogo diretto con gli appassionati della montagna a cui sono state dedicate decine di presentazioni e attività gratuite. Ai bambini e ai ragazzi, come di consueto, è stata riservata un’attenzione particolare. Piste innevate per i corsi di sci e di snowboard, pista di ghiaccio, parete di arrampicata e percorsi sintetici di snowboard, bici e skate sono state visitati da migliaia di aspiranti sciatori e baby-alpinisti. «Favorire l’approccio alla montagna e agli sport invernali e outdoor è uno degli obiettivi del salone - commenta Fantuzzi -  Grazie alla collaborazione con la Federazione Italiana Sport Invernali e con le aziende fornitrici delle squadre nazionali, ogni anno Skipass garantisce la prima esperienza sulla neve a più di mille ragazzi». Tante famiglie in visita a ModenaFiere nella quattro giorni di Skipass che ha consolidato anche l’offerta per il target giovane con la musica e l’animazione del Puff Stage, il padiglione trasparente che ha ospitato le esibizioni de Lo Zoo di 105.
I numeri del salone sono quelli di un grande evento: più di centottanta persone in staff, oltre mille metri cubi di neve prodotta, 94 appuntamenti tra presentazioni, premiazioni, convegni e conferenze stampa. Due gare nazionali, i campionati assoluti di slackline e di boulder, e quattro contest internazionali di snowboard e freeski che hanno avuto luogo sul rail costruito nell’area esterna.

www.skipass.it