Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Gallery 3 Columns - MontagnaOnline.com

Tag: Innevamento Programmato

Created: Sabato, 24 Settembre 2016 08:27
Hits: 401
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato

Sulla rotta dell’espansione
con il vento in poppa

È nata a Bolzano nel 1990, l’anno scorso ha dunque festeggiato i  25 anni di attività, le nozze d’argento con «la neve intelligente». L’azienda altoatesina è ormai stabilmente affermata nel mondo come tra le più affidabili ed efficienti per l’installazione di impianti per la produzione di neve programmata. La continua ricerca di perfezionamento della produzione e il progressivo incremento delle potenzialità commerciali ne fanno oggi una realtà di livello internazionale, che ha installato i suoi generatori di neve in 48 Paesi del mondo. Nelle 12 filiali operano oltre 400 dipendenti, a cui si aggiungono 23 partner commerciali impegnati nella vendita dei prodotti. Il fatturato ammonta a circa 150 milioni di euro. Virata trionfalmente la boa dei 25 anni, l’azienda procede nella sua attività sempre più estesa. Anche per quest’anno sono stati messi in cantiere numerosi progetti d’intervento in diverse parti del mondo, a cominciare dall’Italia per finire in  Cina e in Giappone. Vediamoli

Madonna di Campiglio:
insieme da oltre vent’anni
Madonna di Campiglio è cliente di TechnoAlpin da oltre vent’ anni e ha manifestato a più riprese la propria soddisfazione per questa partnership. Nell'estate del 2016 ci sono stati alcuni interventi di ampliamento durante i quali sono state installate 15 macchine a ventola e 39 lance: oltre alla TL6, sono state utilizzate anche 10 Rubis Way, un modello di lancia che si presta particolarmente all'innevamento di piste strette grazie alla disposizione verticale degli ugelli e dei nucleatori e al getto diritto che ne consegue.
Sono state potenziate anche due stazioni di pompaggio, che ora possono trasportare ai generatori di neve ben 830 l/s. Parallelamente è stato ampliato anche il sistema di condutture con 3.200 m di tubi in ghisa.
Con questi interventi, Madonna di Campiglio intende garantire l'innevamento per le prossime gare di Coppa del Mondo e per la stagione invernale futura.

La partnership con la FIS
al servizio degli sport invernali
La FIS (Federazione Internazionale Sci) e TechnoAlpin perseguono una serie di obiettivi comuni: il sostegno ai comprensori sciistici di ogni parte del mondo e l'ambizione di trasmettere la passione per lo sci a un numero sempre più grande di bambini sono aspetti che stanno a cuore ad entrambe. Da qui il desiderio di dare vita a una partnership, sancita ufficialmente dal Presidente della FIS, Gian Franco Kasper, e dal CEO di TechnoAlpin, Erich Gummerer, all'inizio di luglio. «La FIS - spiega Erich Gummerer - è la principale federazione sciistica al mondo. Oltre ad organizzare innumerevoli manifestazioni di rilievo, è anche referente per le destinazioni con meno esperienza nel settore. Non vi è quindi alcun dubbio che il suo impegno a favore degli sport invernali abbia un valore incalcolabile. In futuro la società potrà affidarsi alla nostra rete mondiale e alla nostra pluriennale esperienza nel settore per l'espletamento delle sue funzioni».
Il presidente della FIS Gian Franco Kasper aggiunge: «TechnoAlpin è un partner fondamentale per gli organizzatori, che ha lo scopo di garantire la generazione di neve in tempi brevi quando le condizioni atmosferiche risultano difficili. Questo può fare la differenza quando si tratta di stabilire se un evento può essere realizzato oppure no». Oltre alla partnership ufficiale, a TechnoAlpin stava particolarmente a cuore la campagna «Bring children to the snow» che prevede una serie di iniziative a livello mondiale per educare bambini e ragazzi ad apprezzare l'ambiente neve e le discipline in questo praticabili. «Senza il contributo dei giovani - conclude Gummerer - lo sport invernale non avrà un futuro. Siamo molto grati alla FIS perché fornisce il proprio sostegno ai comprensori sciistici in questo importante compito».

San Martino di Castrozza:
macchine a ventola per ampie superfici
 Le piste prevalentemente ampie del comprensorio sciistico si prestano perfettamente all'utilizzo di macchine a ventola, motivo per cui per l'ampliamento attuale verranno impiegati soprattutto generatori del tipo T40. Il dispositivo di brandeggio di quest'ultimo modello consente di effettuare una rotazione orizzontale di 360° e di raggiungere un angolo di brandeggio automatico di max. 180°, permettendo di ricoprire vaste superfici.

Adamello Ski: obiettivo
innevamento ghiacciaio
In futuro, un impianto di innevamento TechnoAlpin garantirà la presenza di neve sul ghiacciaio. L'innevamento dei ghiacciai avrà un ruolo molto importante negli anni a venire. L'installazione di un impianto di innevamento sul ghiacciaio Presena rappresenta quindi un progetto all'avanguardia per TechnoAlpin, che include l'utilizzo di numerose soluzioni innovative. Tuttavia, a causa della particolare natura di quest'ultimo, le sfide da affrontare saranno numerose. Per questo progetto, TechnoAlpin ha sviluppato nuovi pozzetti PE appositamente progettati per essere utilizzati sul ghiacciaio. Per fissare i tubi in ghisa si ricorrerà invece a un nuovo tipo di tecnologia di fissaggio creata specificatamente per questo progetto. In totale, verranno installati oltre 2.500 m di tubi Alpinal. realizzati in ghisa duttile, un materiale che, per le sue caratteristiche, si adatta alla perfezione all'impiego su terreni difficili. Grazie a speciali rivestimenti, i tubi durano molto a lungo e sono estremamente robusti.

Les 4 Vallées:
ampliamenti in Svizzera
I comprensori di Télénendaz e Veysonnaz si trovano nel cuore del più grande comprensorio sciistico della Svizzera, Les Quatre Vallées. Oltre 100 piste di ogni grado di difficoltà e più di 80 impianti di risalita offrono agli amanti degli sport invernali tutto ciò che desiderano. Il punto più alto del comprensorio è il ghiacciaio Mont Fort, che regala ai visitatori uno splendido panorama del paesaggio montano circostante. Per realizzare l'ampliamento dell'impianto di innevamento nelle sezioni di Nendaz e Veysonnaz, i gestori del comprensorio si affideranno all'esperienza di TechnoAlpin.

Courchevel: prestazioni
superiori in Francia
Per innevare le proprie piste, il gestore del comprensorio di Courchevel ha scelto di affidarsi a TechnoAlpin anche nel 2016. Si tratta di un cliente di lunga data, che utilizza il software di comando Liberty già dagli anni '80. Quest'estate, il comprensorio sciistico ha avviato un grande progetto in collaborazione con TechnoAlpin volto a incrementare le prestazioni dell'impianto.

Meiho: un nuovo cliente
in Giappone
In Giappone TechnoAlpin è riuscito ad acquisire un nuovo cliente molto importante. Il comprensorio sciistico di Meiho ha infatti deciso di avviare una collaborazione con TechnoAlpin per rinnovare l'impianto di innevamento esistente. Il comprensorio sciistico di Meiho è situato a ca. 80 km di distanza dalla città portuale di Nagoya ed è una meta molto apprezzata sia dagli sciatori del posto che dai turisti. Nei prossimi anni verranno sostituiti gli oltre 100 generatori di neve dell'impianto di innevamento acquistato da un concorrente giapponese.

Wanlong:
attività da pionieri in Cina
Un successo strategicamente importante per TechnoAlpin sul mercato cinese: il comprensorio sciistico di Wanlong ha sottoscritto un accordo di collaborazione con la nostra azienda per l'installazione di un impianto di innevamento comprendente, tra gli altri, 123 TF10 manual. Il progetto sarà un eccezionale punto di riferimento per TechnoAlpin Cina.  Wanlong, situato nel distretto di Chongli, è infatti uno dei comprensori più innovativi dell'area asiatica e TechnoAlpin, da sempre pioniere delle innovazioni nel settore dell'innevamento, risulta quindi il partner giusto per i gestori del comprensorio.

www.technoalpin.com

Created: Sabato, 24 Settembre 2016 08:27
Hits: 390
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato

Snowfactory:
presente e futuro
di una battaglia da vincere

Cinque anni fa l’azienda altoatesina iniziava a sviluppare il generatore capace di produrre neve anche in presenza di temperature sopra lo zero termico. Da allora sono cambiate molte cose e a partire dalla stagione invernale 2016/17 saranno operative 18 macchine in tutto il mondo, dalla California al Vietnam. Benjamin Pötz, Product Manager di Snowfactory, nella  intervista che pubblichiamo ci parla di questa macchina rivoluzionaria e dei suoi futuri sviluppi

Snowfactory genera neve anche a temperature elevate.
In quali settori viene impiegata e per quali applicazioni è principalmente diffusa?
«Snowfactory ha una funzione di integrazione dell'innevamento tradizionale e pertanto viene utilizzata quando il potenziale di un impianto di innevamento è sfruttato al massimo, come ottimizzazione dell'impianto. La macchina è particolarmente apprezzata nei centri di biathlon, dove con poca neve possono essere ottenuti ottimi risultati, portando in brevissimo tempo alla preparazione di intere piste di sci di fondo.  Il generatore di neve per temperature sopra lo zero trova impiego anche in numerosi eventi, sia nei comprensori sciistici che nelle città, in cui riscuote sempre un notevole successo. Ecco perché Snowfactory si è rivelato un buon investimento per la promozione delle attività sciistiche. Il generatore è adatto anche per la sicurezza di singoli tratti di pista elementari e dispone di un grande potenziale in combinazione con lo snowfarming. Basti l’esempio del Nord Europa, in cui lo scorso anno i comprensori sciistici hanno potuto aprire già a settembre grazie a Snowfactory e ai depositi di neve, accumulandone a sufficienza per garantire la copertura di interi pendii».

Il settore ricerca e sviluppo è molto importante
per TechnoAlpin. Quali sono stati i progressi tecnici
di Snowfactory dal lancio?
«L'efficienza energetica è al primo posto per TechnoAlpin e si traduce in un costante perfezionamento e miglioramento dei nostri prodotti. Vale ovviamente anche nel caso di Snowfactory: è sufficiente confrontare i modelli del 2014 e del 2016 per capire che molto è stato fatto in termini di riduzione del fabbisogno energetico, arrivando al 15 % e anche oltre a seconda del modello. Le macchine possono inoltre essere integrate nei sistemi di controllo ATASSplus e Liberty ed essere quindi gestite in maniera semplice e automatizzata. In questo modo l'efficiente alchimia energetica tra macchina e innevamento tradizionale può essere gestita avvalendosi di un solo sistema».

A partire dalla stagione invernale 2016/17 saranno in uso 18 macchine in 11 paesi.
Qual è la domanda stimata per il futuro?
«Nel 2014 abbiamo iniziato con la prima installazione a Winterberg, un grande successo che ha suscitato notevole interesse per il nostro generatore di neve per temperature elevate. Al momento il trend della domanda è a nostro parere molto positivo e attendiamo anche nei prossimi anni la realizzazione di alcuni progetti. Accanto ai mercati in cui ci siamo già affermati con gli impianti di innevamento classici, grazie a Snowfactory siamo riusciti ad accedere a nuovi mercati, come nel caso del Vietnam, che quest'anno installerà una macchina in un centro commerciale di Ho Chi Minh. Snowfactory in questa circostanza avrà la funzione principale di avvicinare la gente al fascino della neve. Nei mercati come questo, che potremmo definire "esotici", le persone non hanno (quasi) mai visto la neve in vita loro e ovviamente l’entusiasmo per la novità è di vasta portata. Ecco perché Snowfactory non produce solo neve, ma anche gioia».

Quanto è importante Snowfactory
per l'azienda TechnoAlpin?
«La nostra priorità continua ad essere l'innevamento tecnico tradizionale. Sebbene, però, Snowfactory sia interessante solo per alcuni comprensori sciistici che ne hanno l’esigenza, è molto importante per il nostro portfolio prodotti. A seconda del caso particolare, i nostri clienti ricevono il generatore di neve adatto e ovviamente di elevata qualità grazie al nostro assortimento completo di prodotti. Infine Snowfactory non solo mette in risalto la nostra competenza tecnica, ma genera anche un valore che per TechnoAlpin va ben oltre questo aspetto: avvicina le persone alla gioia della neve invogliandole a sciare».
www.technoalpin.com

Created: Sabato, 24 Settembre 2016 08:27
Hits: 407
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato

Tra Telfs e Selva Val Gardena
nasce un’altra stagione di successi

L’azienda  del gruppo Leitner produttrice di impianti per l’innevamento tecnico anche quest’anno ha visto crescere il numero delle commesse provenienti da numerose e prestigiose località, italiane e straniere. Nelle due sedi produttive si lavora a pieno ritmo per realizzare quei generatori a ventola e quelle lance che, grazie alle loro prestazioni e al loro livello di efficienza anche in situazioni meteo critiche, negli ultimi anni hanno progressivamente conquistato porzioni sempre più rilevanti di un mercato in continua espansione

L’estate 2016 quasi finita, vede l’azienda Demaclenko alle prese con nuovi cantieri in tutto l’arco alpino e non solo. Il numero delle commesse quest’anno si conferma molto positivo, tanto da superare le attese e oltrepassare la cifra dello scorso anno di 2.000 macchine consegnate. Una strategia commerciale vincente e una gestione dei progetti molto mirata permette a Demaclenko di rinforzare ancora di più la sua posizione sul mercato mondiale e confermare il successo dello scorso anno. Grazie allo sforzo collettivo di tutti i dipendenti, l’azienda del gruppo Leitner è

Demaclenko fornitore ufficiale
per i Mondiali di sci alpino a St.Moritz
Demaclenko ha conquistato un ruolo prestigioso che lo qualifica come miglior fornitore di soluzioni per l’innevamento tecnico e programmato. L’azienda del gruppo Leitner ha infatti siglato quest’anno un accordo di sponsorship come fornitore ufficiale per uno degli eventi più importanti degli sport invernali, vale a dire i Campionati Mondiali di sci alpino che quest’inverno avranno luogo a Saint Moritz, cliente Demaclenko di lunga data. La celebre localita`svizzera ospiterà per la quinta volta le prove iridate dello sci alpino e da diverso tempo il comprensorio Engandin Saint Moritz si avvale del know-how e della fornitura Demaclenko. Già per i campionati mondiali di inizio millennio, organizzati nel 2003, i generatori dell’azienda altoatesina avevano provveduto all’innevamento delle piste di gara; nell corso di questi ultimi tre anni sono stati condotti degli importanti lavori sul territorio quali la costruzione di un bacino artificiale, il più grande della Svizzera, la costruzione  di una sala macchine capace di gestire dal punto di vista idrico ed elettrico l’innevamento programmato di circa 200 ettari di pista, più la consegna di oltre di 70 macchine per fare neve. Le stesse macchine pronte per la prossima stagione ad intervenire affinchè l’innevamento delle piste di gara sia il migliore possibile. Demaclenko sarà presente durante i giorni dell’evento a Saint Moritz e per marcare ancora di più questa alleanza invernale con il comprensorio dell’Engandina, fornirà quest’anno una flotta di generatori mobili Titan 2.0, dotati di uno special branding in onore dei campionati mondiali e del comprensorio che li ospita, un’edizione limitata dei prodotti dell’Azienda del gruppo Leitner, per rendere ancora piu´speciale l’evento.

diventata il partner affidabile e competente nel settore dell’innevamento tecnico e programmato. La produzione già da qualche mese è in piena attività, proprio per poter garantire l’apertura puntuale delle stazioni sciistiche dei clienti e quindi la messa in funzione di tutti gli impianti. Entrambi le sedi produttive a Telfs per le produzioni delle macchine a ventola, e a Selva di Val Gardena per le produzioni speciali e le lance, sono impegnate su questo fronte. La nuova produzione di Telfs riveste un ruolo chiave per Demaclenko e riunisce competenze tecnico-specialistiche e un’organizzazione eccellenti, ricetta fondamentale per la conquista del mercato internazionale. Qualità e prestazioni hanno portato ad allungare la numerosa lista di clienti che si affidano anche quest’anno a Demaclenko. Si confermano i nomi in territorio austriaco di Kitzbühel, Flachau, Silvretta Montafon, Silvretta Ischgl e Fieberbrunn. Non ultimo il noto gruppo Schultz si affida ancora agli specialisti della neve di Chiusa per altre opere di infrastruttura sulle piste e per l’acquisto di nuove macchine. In Scandinavia ancora delle conferme con Hafjell, Trysil, Sälen; in Francia invece i nuovi clienti Chamonix e Pray de Lyz. Anche in Cina diversi impianti si stanno preparando con generatori blu Demaclenko, in vista alle prossime olimpiadi invernali.

E anche in Italia il team Demaclenko sta guadagnando terreno, tanti i progetti e i cantieri aperti. Il primo da citare in Val Gardena: il team Demaclenko è impegnato nella realizzazione di un potente impianto nella famosa pista Saslong, dove tra l’altro per la prima volta Demaclenko sarà sponsor della gara di sci di coppa del mondo Saslong Classic nella sia 49ma edizione. Inoltre anche in altri impianti gardenesi come Col Raiser, Dantercepies e Passo Sella si sta lavorando su nuove piste e rafforzamenti dell’impianto di innevamento.  Contemporaneamente ci sono dei lavori in atto in Trentino a San Martino di Castrozza, nostro cliente dallo scorso anno con il quale è stato già realizzato un progetto di notevole potenza ed efficienza. Anche Racines, a pochi km da Vipiteno, avrà la sua prima fornitura di macchine Demaclenko, questo grazie al lavoro in tandem con Leitner Ropeways, che sta realizzando per la stazione altoatesina una seggiovia 8 posti, la prima in Italia.
Infine il nome noto a tanti amanti dello sci in Italia, Plan de Corones dove nei 3 noti comprensori di Brunico, Valdaora e san Vigilio verranno installati i prodotti di ultima generazione Demaclenko. Una crescita stabile e duratura dunque per l’azienda Demaclenko, che permette all’azienda di ottenere risultati concreti e di essere competitiva senza perdere quella flessibilita`che la fa essere tanto apprezzata in questo settore.

www.demaclenko.com


 

Created: Sabato, 24 Settembre 2016 08:27
Hits: 398
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato
Lo sponsor amico
per la Saslong perfetta

L’azienda del gruppo Leitner specializzata nella produzione di sistemi per l’innevamento programmato, in questo inverno di gare ha sponsorizzato la classica tappa velocistica di Coppa del Mondo che è andata in scena a metà dicembre in Valgardena sulla altrettanto classica pista che scende dal Ciampinoi. Si è trattato del modo migliore per consolidare un rapporto di partnership che dura da anni e che si è tradotto in una serie di importanti interventi di potenziamento dell’impianto di innevamento lungo il percorso di gara che, naturalmente, saranno importantissimi per garantire neve certa non solo al Grande Sci ma anche al turismo invernale

Fin dagli anni ’70 la tappa in Val Gardena della Coppa del Mondo di sci alpino è tra le più celebri ed entusiasmanti del circuito. Ogni anno i più grandi atleti del Circo Bianco affrontano la avvincente e storica discesa della Saslong per essere accolti al traguardo dal pubblico in delirio.  Affinché anche quest’anno l’evento potesse svolgersi in assoluta sicurezza ed trasformarsi in un successo, dietro le quinte si è cominciato a lavorare molto presto per assicurare condizioni ottimali nel weekend delle gare che il 16 e 17 dicembre hanno confermato la supremazia del norvegese Jansrud in superG e il ritorno alla vittoria dell’austriaco Max Franz in discesa.

Le nuove installazioni
per garantire l’innevamento
Decisivo per l’allestimento di un percorso di gara all’altezza dell’evento è, oltre a svariati altri componenti, soprattutto un impianto di innevamento di ultima generazione che consenta all’organizzatore di provvedere per tempo alla produzione della neve necessaria. «Grazie agli accordi e alla collaborazione con Demaclenko - afferma Rainer Senoner, presidente del Comitato Organizzatore Val Gardena-Gröden, confermando l’eccellente rapporto di collaborazione con l’azienda del gruppo Leitner - abbiamo consolidato un rapporto di partnership che da sempre ci garantisce la possibilità di organizzare questa manifestazione internazionale. Grazie alle ultime installazioni effettuate sulla Saslong il grado di sicurezza dell’innevamento è ulteriormente aumentato. Ciò significa da una parte che abbiamo la garanzia di poter svolgere regolarmente le gare di Coppa del Mondo previste in Val Gardena e dall’altra che possiamo pianificare la stagione per tutti i nostri partner, come la Federazione Internazionale Sci (FIS), le agenzie di comunicazione e le emittenti televisive». Dopo varie tranche di lavori realizzate negli ultimi anni, quest’anno Demaclenko si è concentrata sull’installazione di una nuova stazione di pompaggio completa di Cooling System per soddisfare le crescenti esigenze del comprensorio. Grazie all’efficienza del sistema di pompaggio, perfettamente adattato alle necessità del cliente, oggi è possibile garantire un innevamento ancora più efficace con la possibilità di produrre tempestivamente la neve necessaria.
La nuova stazione di pompaggio subito all’entrata dei «prati di Ciaslat» non lontano dalle «Gobbe del cammello», ha una potenza complessiva di 1 MW e una portata d’acqua di 225 l/s e inoltre, grazie a una rinnovata concezione, può essere sviluppata fino a raddoppiarne la potenza. Per garantire un innevamento mirato sono previste 6 torri di raffreddamento, dotate di una potenza complessiva di 90 kW e una portata totale di 225 l/s, che raffreddano l’acqua alla temperatura ideale prima che venga inviata direttamente ai generatori di neve. La nuova stazione di adduzione, con una potenza complessiva di 710 kW e una portata d’acqua di 2x75 l/s, entrerà in funzione già da quest’anno e servirà ad alimentare il nuovo bacino idrico artificiale che sarà realizzato nel 2017. Per rendere l’intero impianto ancora più efficiente, oltre all’installazione della nuova stazione di pompaggio, si è provveduto anche alla ristrutturazione di quella esistente. Le pompe ad alta pressione che vi sono state installate aumentano la potenza complessiva di 1 MW, per una portata di 120 l/s. Per realizzare la rete di alimentazione di questa sezione dell’opera sono stati posati circa 3,5 km di tubi in ghisa con un diametro massimo di 500DN e 4,5 km di condutture varie, necessarie per la corretta gestione dell’impianto. Oltre a essere una garanzia per la buona riuscita della manifestazione, le nuove opere rappresentano un fattore di successo per l’intero comprensorio sciistico.

Un legame storico
che dura da anni
Sebbene sia già da diversi anni che Demaclenko può annoverare tra i suoi clienti il gestore del comprensorio, questo è un anno speciale nel rapporto di collaborazione tra le due aziende. È infatti la prima volta che Demaclenko sostiene la FIS Alpine Ski Worldcup Val Gardena-Gröden come partner ufficiale, perciò la collaborazione assume una particolare importanza. Per Demaclenko la sponsorizzazione dell’evento ha un grandissimo significato, perché è proprio in Val Gardena che l’azienda, ormai presente in tutto il mondo, affonda le sue radici. Con questa sponsorizzazione Demaclenko vuole dare prova dell’importanza della manifestazione a livello regionale e non solo, e offrire agli organizzatori le migliori soluzioni disponibili nel campo dell’innevamento. Aggiunge Rainer Senoner: «Il fatto che negli ultimi 16 anni, cioè da quando gli impianti Demaclenko sono stati installati sulla pista della Saslong, abbiamo dovuto annullare le gare solo una volta (nel 2004) è la dimostrazione che siamo in buone mani. Gli ulteriori investimenti previsti per l’innevamento della Saslong ci danno ancora più motivazione e garanzie per il futuro». Lo staff di Demaclenko non vedeva l’ora di partecipare all’emozionante weekend delle gare in una cornice mozzafiato tra l’entusiasmo generale, impaziente di vivere momenti appassionanti, serrati testa a testa e grandi imprese sportive sulla neve del futuro. E, come volevasi dimostrare, lo spettacolo sportivo è stato all’altezza delle attese.

www.demaclenko.com


 

Created: Sabato, 24 Settembre 2016 08:27
Hits: 426
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato
Da sinistra.: Andreas Dorfmann (CEO DEMACLENKO), Francesco Besana (CEO Neve XN), Alessandro Olivi (Vicepresidente della Provincia autonoma di Trento), Fulvio Rigotti (Vicepresidente di Trentino Sviluppo), Anton Seeber (Presidente LEITNER ropeways) & Martin Leitner (Presidente DEMACLENKO)

A siglare la doppia intesa sono stati oggi, lunedì 7 novembre, il vicepresidente della Provincia di Trento Alessandro Olivi, il vicepresidente di Trentino Sviluppo Fulvio Rigotti, il presidente di Leitner Anton Seeber, il presidente di Demaclenko Martin Leitner, il CEO Demaclenko Andreas Dorfmann e quello di NeveXN Francesco Besana. «Essere parte di Polo Meccatronica e insediare proprio qui la nostra attività ricerca e sviluppo scaturita dalla partnership con NeveXN – commenta Anton Seeber, presidente di Leitner - è motivo di grande soddisfazione per il nostro Gruppo. Abbiamo deciso di investire nel territorio trentino, nel quale ormai da anni siamo presenti con i nostri prodotti, per la sua capacità di aprirsi senza timori a progetti di sviluppo ed innovazione tecnologica che guardano al futuro». «Per Demaclenko, che in questi ultimi anni è cresciuta sino a diventare una delle aziende principali a livello mondiale nel settore dell’innevamento programmato – spiega il presidente Martin Leitner - la partnership con NeveXN è la conferma della volontà di non fermarsi ai successi sinora ottenuti ma di guardare avanti, verso nuove sfide, verso una produzione di neve a temperature superiori allo zero che potrà rivoluzionare l’intero settore».

Dalla sua costituzione NeveXN è insediata nell’incubatore “green” di Trentino Sviluppo, Progetto Manifattura. Ora, passando alla fase produttiva, avrà quindi a disposizione nuovi e più ampi spazi nell’altro grande hub dell’innovazione trentina, Polo Meccatronica. La macchina brevettata da NeveXN è in grado di produrre una neve di qualità a temperature positive tramite l’utilizzo di energia termica che può essere fornita da fonti rinnovabili come pannelli solari e caldaia a biomassa. Completamente automatizzata, grazie a un sistema di controllo centralizzato remoto, tale tecnologia può essere facilmente integrata negli attuali sistemi di innevamento. L’innovazione tecnologica coniuga quindi da un lato l’esigenza sempre più frequente di ottenere neve tecnica in condizioni climatiche non convenzionali, garantendo un innevamento ottimale anche a bassa quota, e dall’altro di contenere i consumi di acqua e di energia elettrica propri dei tradizionali impianti di innevamento. La neve così prodotta può venire utilizzata per l’innevamento outdoor  e indoor, ma può trovare utili e interessanti applicazioni per il settore alimentare, in campo sanitario e nel settore delle costruzioni. Il piano di sviluppo industriale al quale NeveXN, Leitner e Demaclenko lavoreranno nei prossimi mesi prevede di industrializzare, produrre e commercializzare tre “taglie” di macchine. L’accordo prevede la collaborazione del Polo della Meccatronica con un gruppo internazionale come Leitner attraverso una serie di strategie di carattere promozionale e di attrazione d’aziende.

www.demaclenko.com

 

 

Created: Sabato, 24 Settembre 2016 08:27
Hits: 189
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato

Con le gare che si disputano in Val Gardena e Alta Badia (in calendario rispettivamente dal 1969 e dal 1985) l’Alto Adige è già da molto tempo tappa fissa nel circuito della Coppa del Mondo di sci alpino e gode di grande popolarità sia a livello nazionale che internazionale. Oltre alle due località già citate, quest’anno la Coppa del Mondo è approdata per la prima volta anche a Plan de Corones, dove il 24 gennaio era in programma uno slalom gigante femminile. Con i suoi 116 chilometri di piste, Plan de Corones è la località sciistica alpina numero uno in Alto Adige, nonché una delle più importanti e affermate d’Italia. Il comprensorio si estende su tre versanti (Brunico, Valdaora e San Vigilio di Marebbe) e fa parte del carosello Dolomiti Superski. Affinché l’evento potesse svolgersi in assoluta sicurezza ed essere un successo organizzativo, dietro le quinte si è lavorato intensamente per assicurare condizioni ottimali durante le gare. Soprattutto negli inverni con così poca neve come questi è di fondamentale importanza predisporre da subito una base perfetta per le piste di gara, in modo da poterle poi preparare alla perfezione poco prima dell’evento. Decisivo da questo punto di vista è, oltre a svariate altri componenti, soprattutto un impianto di innevamento di ultima generazione che consenta all’organizzatore di provvedere per tempo alla produzione della neve necessaria. Anche Andrea del Frari, membro del comitato organizzativo SkiWorldCup Plan de Corones, sottolinea una volta di più l’importanza della collaborazione per il successo della manifestazione e non solo: «La collaborazione con Demaclenko non si limita solo alla produzione di neve della migliore qualità. Il nostro comune operato darà maggiore visibilità alla gara di Coppa del Mondo di Plan de Corones, ma anche a Demaclenko. Insieme diamo prova di competenza alpina!». L’efficacia dell’impianto ha convinto tutte e tre le società di gestione del comprensorio (Funivia Plan de Corones Spa, Funivie Valdaora Spa e Funivie San Vigilio di Marebbe) alle quali quest’anno Demaclenko ha fornito complessivamente oltre 40 generatori di neve Titan 2.0. Dopo la posa in opera dell’impianto di innevamento completo di generatori di neve, pozzetti di cemento, tubature in ghisa e cablaggio per la realizzazione della nuova pista Hinterberg sul versante di Brunico, a San Vigilio il team di Demaclenko si è dedicato esclusivamente all’innevamento ottimale della pista di Coppa del Mondo, che è stata dotata di oltre 15 generatori di neve Titan. Un ulteriore vantaggio per l’innevamento mirato ed efficace della pista di gara è costituito dalla programmazione del sistema di controllo Snowvisual, che, integrando anche i prodotti di terzi, può essere impiegato sull’intera area sciistica. Grazie all’elevato contenuto tecnologico dei suoi prodotti, Demaclenko è stata in grado di garantire pari opportunità a tutte le atlete, che sulla pista della Coppa del Mondo hanno trovato così le migliori condizioni di gara possibili.  Demaclenko non vedeva l’ora di partecipare alle emozionante gare in una cornice mozzafiato tra l’entusiasmo generale e di vivere momenti appassionanti, serrati testa a testa e grandi imprese sportive sulla neve del futuro.

www.demaclenko.com


 

Created: Martedì, 26 Aprile 2016 08:24
Hits: 448
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato

Created: Martedì, 26 Aprile 2016 08:24
Hits: 448
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato
Questo inverno, più di altri, ha fatto capire che un impianto di innevamento efficiente rappresenta la base per un turismo invernale di successo. Qaundo si parla di efficienza ci si riferisce in particolare al dimensionamento corretto e alla sicurezza di funzionamento dell'impianto. Una progettazione su misura e rivolta al futuro è un requisito fondamentale per il successo economico. Da oltre vent’anni, TechnoAlpin dispone di un reparto progettazione che crea masterplan dettagliati grazie alla stretta collaborazione con i gestori dei comprensori sciistici. Due sono gli aspetti decisivi per sfruttare al meglio le importanti finestre di innevamento prima dell'arrivo del Natale: da un lato un approvvigionamento idrico adeguato e affidabile che consenta l'innevamento contemporaneo delle piste principali; dall'altro il posizionamento del generatore di neve giusto nel posto giusto.
 
 
Fondamentali per l'approvvigionamento idrico sono i laghi di accumulo correttamente dimensionati. All'inizio della stagione di innevamento occorre assicurarsi che vi sia acqua sufficiente per sfruttare a pieno la capacità dell'impianto. L'approvvigionamento idrico attraverso un lago di accumulo ha i suoi vantaggi anche dal punto di vista ecologico, soprattutto se si riesce a realizzare laghi di accumulo naturali dal molteplice uso. L'acqua della neve disciolta viene raccolta e utilizzata come deposito per i flussi d'acqua in primavera e per le forti piogge in autunno. Le possibilità d'impiego comprendono, ad esempio, il soddisfacimento delle esigenze dell'agricoltura nel periodo di massima attività, l'uso come bacino di contenimento o come lago balneabile per il turismo estivo.
 
Oltre ai laghi, un altro elemento decisivo per l'approvvigionamento idrico è la sala macchine che impone standard elevatissimi dal punto di vista della sicurezza di Technoalpin Sala macchine 2funzionamento e di esercizio. TechnoAlpin non lascia nulla al caso, indipendentemente dal fatto che si tratti di sensori, filtri, valvole o altri componenti: ogni elemento, infatti, contribuisce al funzionamento ottimale dell'impianto. Anche in questo caso una progettazione corretta è essenziale. Per incrementare l’efficienza vengono elaborati dettagliati progetti 3D per le tubazioni. L'uso risulta estremamente intuitivo grazie ad un'unità di controllo PLC centrale molto chiara. Viene così garantito un riempimento adeguato delle tubazioni; l'impianto passa in modalità di esercizio solo se le tubazioni sono piene. Questa procedura protegge le tubazioni da colpi di ariete e da bolle d'aria.  Per proteggere le pompe da possibili guasti ed evitare brutte sorprese all'inizio dell'innevamento, ogni pompa TechnoAlpin dispone di un flusso minimo, un monitoraggio della temperatura, una protezione funzionamento a secco e un controllo della corrente. Per i lavori di saldatura, TechnoAlpin si rifà alla norma ISO 3834-2 per la quale dispone della necessaria certificazione. La qualità del processo di saldatura è difficile da verificare. Non potendo essere verificate interamente sul prodotto, occorre «costruirla» durante il processo. Ecco perché è importante uniformarsi alla norma ISO che definisce la qualità del processo di saldatura di materiali metallici. Ai sensi di questa norma, il 10% dei giunti saldati deve essere sottoposto a un esame radiografico. Questo ulteriore controllo e gli elevati requisiti di qualità previsti per componenti e processi assicurano un avvio sereno della stagione.
 

Un altro punto importante per ottimizzare l'efficienza e il rendimento dell'impianto di innevamento è l'installazione del generatore di neve giusto nel posto giusto. TechnoAlpin vanta un assortimento molto ampio di prodotti a cui il reparto di pianificazione può attingere per adattare l'impianto alle diverse condizioni locali. Il TF10, ad esempio, grazie all'enorme gittata, si presta in particolare per piste ampie. Per le piste di medie dimensioni, invece, ci sono il generatore a ventola T40 e le lance TL6, Rubis Evo o V3. TechnoAlpin dispone della soluzione giusta anche per le piste di trasferimento. A tale scopo è stata sviluppata una lancia con angolo stretto per innevare le piste proprio là dove serve. Nel frattempo abbiamo inserito una serie di altri prodotti destinati ad applicazioni speciali, come ad esempio il «piccolo» generatore a ventola M12 o la lancia V2. Durante la pianificazione si tiene conto sia delle condizioni geografiche della pista sia delle condizioni climatiche. La potenza dei generatori di neve TechnoAlpin a temperature marginali fa il resto per un avvio tempestivo della stagione a dicembre.
 
L'ampia gamma di generatori di neve di TechnoAlpin ha qualcosa in comune: tutti dispongono di stazioni meteo in grado di raccogliere dati meteorologici e di comunicarli al software. Fino ad oggi questi dati venivano utilizzati per adattare la generazione di neve alle condizioni predominanti. Grazie a un nuovo modulo installato nel software ATASSplus, i dati meteorologici vengono ora utilizzati anche per previsioni del tempo accurate all'interno del comprensorio. Le previsioni vengono elaborate da MeteoGroup, la principale società privata europea di servizi meteorologici, sulla base di modelli consolidati. Finora i comprensori sciistici dovevano affidarsi a servizi meteorologici regionali e ai loro punti di misurazione. Soprattutto in montagna, si registrano spesso differenze meteorologiche estreme in spazi ristretti. Con il nuovo modulo i punti di misurazione sono ora ubicati direttamente nel comprensorio sciistico e le previsioni che ne risultano sono molto più accurate. Partendo dai dati meteorologici, è possibile ottimizzare continuamente anche la pianificazione degli impianti.

Created: Martedì, 26 Aprile 2016 08:24
Hits: 187
Category: Portfolio
Tags: Innevamento Programmato
ATASSplus 2017:
ancora più veloce

L’ultimo aggiornamento del software di comando degli impianti di innevamento programmato dell’azienda di Bolzano compie un ulteriore balzo tecnologico in avanti consentendo nuove e straordinarie prestazioni: tutte le funzioni di controllo, di attivazione o spegnimento relative a una singola parte o alla totalità dell’impianto sono gestite da un’interfaccia rinnovata nel design e ancora più intuitiva con la quale vengono costantemente monitorati anche i dati statistici dell’impianto, la situazione dell’innevamento sulle piste, le risorse idriche disponibili

Ogni anno i comprensori si trovano davanti alla sfida di sfruttare al meglio le finestre di innevamento durante l’autunno. ATASSplus è il software di comando ottimale per una produzione della neve efficiente di altissima qualità. Attraverso il regolare feedback dei clienti e costanti analisi, TechnoAlpin è in grado di ottimizzare continuamente i processi e di adattare ogni anno il software di innevamento alle esigenze dei clienti. L’aggiornamento del 2017 rende ATASSplus ancora più veloce, oltre a disporre di un utilizzo più user-friendly e ad ampliare il software di base con funzionalità supplementari innovative. In questo modo, ATASSplus facilita il comando dell’impianto di innevamento.

Ottimizzazione
dell'interfaccia utente
La sostanziale rielaborazione dell’interfaccia utente si conclude con l’aggiornamento del 2017. Una nuova valorizzazione grafica mette in primo piano contenuti importanti e garantisce un utilizzo ancora più semplice. Il design innovativo dell’interfaccia è stato adeguato ai nuovi standard dei programmi di uso corrente e garantisce un utilizzo ineccepibile.

Nuove possibilità
di adattamento grafico
Con l’aggiornamento 2017 è possibile adattare la gamma di colori di diversi moduli, così da poter scegliere liberamente le tonalità per la visualizzazione dell’altezza della neve. Questa caratteristica consente l'adattamento di tutti i colori secondo lo schema consueto del singolo programma per il rilevamento dell’altezza della neve, facilitando peraltro una visione d’insieme e consentendo nel contempo un utilizzo intuitivo. Un’ulteriore novità riguarda la visualizzazione del rifornimento idrico. Lo schema di flusso della stazione di pompaggio della nuova versione indica anche il livello dell'acqua del lago di accumulo mediante rappresentazione grafica. L’aumento o la diminuzione del livello dell’acqua nel lago sono registrati in tempo reale in ATASSplus, facilitando la visione d’insieme del rifornimento idrico. È inoltre possibile scegliere un colore definito dall’utente nel caso in cui il livello dell’acqua diventi allarmante. Il superamento della soglia minima sarà immediatamente visualizzabile grazie al grafico.

Gestionale Piste completo
ATASSplus ora dispone di un nuovo Gestionale Piste, che offre una panoramica di tutte le piste indicando valori rilevanti come il consumo d’acqua, d’energia e d’aria e collegando tali valori con la temperatura media delle piste. Lo SnowManager di ATASSplus è stato integrato in questa nuova schermata, in una veste rinnovata che offre anche un’elaborazione dei dati attualizzata accanto alla tradizionale rappresentazione grafica. Inoltre, la visualizzazione in contemporanea dell’altezza neve e del consumo d’acqua migliorano la panoramica.

Rielaborazione della
visualizzazione panoramica
Sono state attualizzate le panoramiche delle risorse e dei settori. Grazie ad ATASSplus le routine della modalità automatica per un servizio innevamento completamente automatico sono state migliorate in ampia misura e consentono ora di visualizzare l’utilizzazione corrente delle linee acqua e aria, nonché i collettori. Una barra di avanzamento grafica mostra in modo chiaro il consumo delle risorse idriche e pneumatiche consentendo in qualsiasi momento il controllo delle risorse disponibili. Anche la panoramica dei settori è stata attualizzata e può essere visualizzata in modo dinamico o fisso. Utilizzando soprattutto monitor di grandi dimensioni si può ottenere una visione d’insieme dell’intero impianto. La panoramica dei settori è suddivisa in tre aree: il riepilogo delle piste incluso lo SnowManager, lo schema di flusso delle stazioni di pompaggio, così come la nuova panoramica delle risorse.

Supporto delle attuali
generazioni di monitor
Grazie all’adeguamento degli elementi di comando con l’aggiornamento 2017 è stato migliorato il supporto dei monitor a 34 pollici. Inoltre ATASSplus è ora utilizzabile sui display 4k ad alta risoluzione e funziona anche sulle versioni più recenti di tablet e smartphone.
www.technoalpin.com